Home»News»Jaguar Land Rover e l’algoritmo che riduce il mal d’auto, a guida autonoma

Jaguar Land Rover e l’algoritmo che riduce il mal d’auto, a guida autonoma

0
Condivisi
Pinterest Google+

Jaguar Land Rover e l’algoritmo che riduce il mal d’auto, a guida autonoma

Non solo a guida autonoma, ma anche ad intelligenza diagnostica: la Jaguar I-Pace equipaggiata con i sensori di Waymo riconoscerà il mal d’auto degli occupanti. Ad individuare eventuali problemi sarà naturalmente un algoritmo che Jaguar Land Rover sta sviluppando.

Fino al 70% della popolazione può soffrire del mal d’auto

Stando alle statistiche, fino al 70% della popolazione può di soffrire di cinetosi. Soprattutto se prova a leggere o controllare la posta elettronica, ovvero attività che la guida autonoma dovrebbe permettere. Adesso la soluzione è semplice: si chiede a chi guida di fare una pausa. Ma se al volante non c’è nessuno la vicenda si complica. I dati biometrici rilevati dai vari sensori dovrebbero fornire alla Jaguar I-Pace la possibilità di capire se a bordo qualcuno non si sente troppo bene e accusa il mal d’auto.

Jaguar Land Rover lavora ad un nuovo parametro, il “Wellness Score”

Già oggi ci sono sedili che misurano la frequenza cardiaca e lo stesso rilevatore di stanchezza del guidatore anticipa il nuovo algoritmo per il mal d’auto. Jaguar Land Rover lavora allo sviluppo di una funzione che stabilisca un “Wellness Score” per ciascuno degli occupanti dell’abitacolo. Sulla base di questo parametro la vettura adeguerà non solo temperatura e sedili alle esigenze del passeggero. Con il nuovo algoritmo secondo il costruttore il mal d’auto potrà venire ridotto fino al 60%. Jaguar Land Rover ha raccolto dati su un totale di 25.000 chilometri per mettere a punto una modalità di guida in grado di ridurre eventuali reazioni “allergiche”.

Articoli precedente

Ssangyong Tivoli Juice, 90 esemplari "italiani" su Istagram e Facebook

Articolo successivo

Ribassi al rallentatore, ma Eni interviene ancora. Solo sul GPL