Home»News»ASSOGASLIQUIDI FEDERCHIMICA/Bollo auto, Gpl e metano pagano di meno

ASSOGASLIQUIDI FEDERCHIMICA/Bollo auto, Gpl e metano pagano di meno

0
Condivisi
Pinterest Google+

TORINO – Aprile, per molti appuntamento con la scadenza del bollo auto. Assogasliquidi e Consorzio Ecogas, associazioni rappresentative del settore del gas per autotrazione, ricordano che agli autoveicoli a GPL e metano non sono stati applicati gli aumenti del bollo auto previsti dalla Finanziaria 2007, così come a quelli elettrici e a idrogeno. L’agevolazione (disposta dal comma 239 Legge 27 dicembre 2006, n. 296) è in vigore da gennaio 2007 ed è valida dal primo periodo di pagamento che scatta dopo il collaudo dell’impianto a gas. Quindi un autoveicolo a gas continua a pagare la tariffa in vigore nella propria Regione fino a tutto il 2006, generalmente 2,58 euro/kW per pagamenti effettuati per l’intero anno solare. Sono comunque fatte salve diverse disposizioni regionali. Vi sono infatti casi di applicazione di maggiorazioni rispetto alla tariffa base, come in Abruzzo, Calabria, Campania, Liguria, Toscana, Veneto, Marche e Molise, e questo vale anche per gli impianti a gas, ma anche situazioni di sconto. E’ infatti ancora più vantaggioso scegliere GPL e metano per i cittadini piemontesi, grazie ai provvedimenti approvati dalla Regione, che concede forme di esenzione sia agli autoveicoli bifuel dall’immatricolazione che a quelli fino a 100 KW trasformati a gas dopo il 24/11/2006. Dall’ 1/1/2004, gli autoveicoli a gas già dotati di dispositivo per la circolazione con metano o GPL all’atto dell’immatricolazione sono esentati dal pagamento della tassa automobilistica (si tratta dei veicoli che escono dallo stabilimento di produzione già dotati di impianto e non di quelli sui quali viene successivamente installato, anche se l’adeguamento si verifica prima dell’iscrizione nei pubblici registri). L’esenzione riguarda anche i mezzi elettrici. Inoltre, la Legge regionale 5 dicembre 2007 n. 22, art. 11 (in vigore dal 7/12/2007) introduce l’esenzione temporanea dal pagamento del bollo auto anche per i veicoli M1 ed N1 di potenza non superiore ai 100 KW sui quali sia stato installato e collaudato un sistema di alimentazione a GPL o metano dopo il 24 novembre 2006 (data di entrata in vigore della L. 286/2006 di conversione del d.l. 3 ottobre 2006, n. 262, che ha dato la possibilità alle Regioni di agevolare gli autoveicoli a gas): per gli Euro 2, 3 e 4 (conformi alla direttiva 94/12/CE e seguenti) esenzione di cinque anni dal primo periodo utile dopo l’entrata in vigore della legge. Per quelli immatricolati dopo il 31/12/1989 che non rispettano la direttiva 94/12/CE esenzione di tre anni dal primo periodo utile.

Articoli precedente

AUDI/ La A3 seconda generazione raggiunge quota un milione

Articolo successivo

CITROEN/ La berlina C3 Pluriel