Home»News»Duesmann nuovo Ceo di Audi, il bilico la conferma di Pieter Nota (Bmw)

Duesmann nuovo Ceo di Audi, il bilico la conferma di Pieter Nota (Bmw)

0
Condivisi
Pinterest Google+

Duesmann nuovo Ceo di Audi, il bilico la conferma di Pieter Nota (Bmw)

Nuovi cambi al vertice di due costruttori premium della Germania: uno è certo, Markus Duesmann alla guida di Audi, l’altro è possibile, almeno secondo indiscrezioni giornalistiche. Cioè il possibile mancato rinnovo del contratto a Pieter Nota come responsabile del marchio Bmw, incarico che aveva rilevato da Ian Robertson all’inizio del 2018.

Duesmann (ex Bmw) rileverà Schot, che lascerà il gruppo Volkswagen

Duesemann assumerà il ruolo di Ceo della casa dei Quattro Anelli con il prossimo aprile, rilevando Bram Schot, il manager dei Paesi Bassi chiamato a sostituire Rupert Stadler, arrestato nel giugno dello scorso anno nell’ambito dell’inchiesta sul dieselgate. Il 50enne manager era responsabile delle vendite di Bmw e il gruppo Volkswagen lo avrebbe già voluto da tempo ad Ingolstadt. Ma la casa bavarese non ha concesso deroghe sulla clausole legate alla concorrenza anche se era stata attivata una sorta di “diplomazia calcistica”. Schot lascerà il gruppo con un accordo consensuale: è stato gratificato per il suo “instancabile operato” da Dieter Pötsch, il presidente del Consiglio di Sorveglianza del gruppo. Il compito che attende Duesmann non è semplice poiché Audi è costretta ad inseguire – a distanza – i rivali premium Bmw e Mercedes.

Anticipazione dell’edizione domenicale della Frankfurter Allgemeine su Nota

Tra le altre cose deve anche riportare in attivo i bilanci e cooperare in modo importante con Porsche. Entro il 2025, Audi deve portare sul mercato 30 modelli elettrificati. Uno di questi è la Audi e-tron Sportback, cioè il suv coupé a zero emissioni che debutta al Los Angeles Auto Show. L’eventuale “siluramento” di Pieter Nota è stato ipotizzato dall’edizione domenicale della Frankfurter Allgemeine Zeitung e rilanciato da altri media. Oliver Zipse, il nuovo Ceo del gruppo, in sella da agosto dopo la rinuncia di Harald Krüger, avrebbe preso di mira il manager nel corso di un incontro. Nota, che è formalmente il capo delle vendite, era stato scelto pur non avendo alcuna esperienza precedente nel campo dell’automotive. Fra i papali alla successione ci sono sia Bernhard Kuhnt, numero uno delle operazioni americane, e Jochen Goller, che si occupa invece della Cina. Il primo è attualmente più quotato del secondo.

Bmw

Articoli precedente

Strada e App per il compleanno di Abarth e per la 695 70° Anniversario

Articolo successivo

Hypercar "low cost", la libanese Zedro Notorious da 1.267 CV di potenza