Home»News»Sul suv elettrico Audi e-tron debuttano gli specchietti retrovisori virtuali

Sul suv elettrico Audi e-tron debuttano gli specchietti retrovisori virtuali

0
Condivisi
Pinterest Google+

Sul suv elettrico Audi e-tron debuttano gli specchietti retrovisori virtuali

Nato per essere elettrico, il prototipo del suv Audi e-tron ha un CX di 0,07 inferiore (0,28) ad una vettura tradizionali delle stesse dimensioni. Il miglioramento del coefficiente di resistenza aerodinamica vale almeno 35 chilometri di autonomia in più nel ciclo WLTP ed in condizioni di guida standard.

Assetto modulabile e sottoscocca ad effetto “dimple”

Il raggio d’azione dichiarato supera i 400 km. In attesa della presentazione, prevista a fine agosto a Bruxelles, dove il modello viene prodotto, la casa dei Quattro Anelli ha anticipato alcune soluzioni tecniche. Tra queste c’è l’Adaptive air suspension, cioè il sistema che combina le molle pneumatiche e gli ammortizzatori regolabili. Sopra i 120 km/h, l’assetto viene ribassato fino a 26 millimetri contribuendo ad un’aerodinamica ancora più efficiente. Inoltre il sottoscocca della Audi e-tron è completamente carenato con superfici simili a quelle di una pallina da golf (dimple). Il risultato è che il deflusso dell’aria è migliore rispetto a quello di una semplice superficie piana.

Audi e-tron con prese d’aria adattative SKE

Il suv a zero emissioni dispone anche della presa d’aria adattiva (SKE) inserita alle spalle del single frame che nasconde due feritoie a gestione elettrica. “Quando sono chiuse – spiega il costruttore – l’aria fluisce senza generare vortici”. Per necessità di raffreddamento prima si apre la feritoia superiore e poi quella inferiore. Se i freni idraulici sono sottoposti a forti stress, allora la SKE convoglia l’aria fresca anche attraverso i passaruota, in direzione delle superfici d’attrito. Il modello monta cerchi da 19”, naturalmente ottimizzati dal punto di vista aerodinamico, e pneumatici da 255/55 con ridotta resistenza al rotolamento. Audi e-tron sarà il primo modello di serie a montare, a richiesta, i retrovisori esterni virtuali. Con questa opzione la larghezza del suv viene ridotta di 15 centimetri con effetti positivi anche sulla rumorosità.

Articoli precedente

Nuova Mustang Shelby GT500, futura Ford di serie più potente di sempre

Articolo successivo

Allarme sicurezza ETSC: "Costruttori tentano di indebolire piani dell'UE"