Home»News»Rothenpieler, il capo dello Sviluppo di Audi se ne va, è il sesto dal 2012

Rothenpieler, il capo dello Sviluppo di Audi se ne va, è il sesto dal 2012

0
Condivisi
Pinterest Google+

Nuovo avvicendamento ai vertici dello Sviluppo di Audi: su propria richiesta Hans-Joachim Rothenpieler lascia l’incarico. Il 63enne manager andrà in pensione in anticipo. La sua posizione, almeno ad interim, verrà assunta dello stesso Ceo Markus Duesemann, che si è insediato alla guida della casa di Ingolstadt solo tre mesi fa, all’inizio di aprile. La divisione Sviluppo di Audi è strategica. La casa dei Quattro Anelli ha infatti il ruolo di maggior responsabilità in questo settore all’interno del gruppo Volkswagen.

Il Ceo Markus Duesemann ha assunto l’interim in Audi

E, infatti, all’interno del board Duesemann ha la delega allo Sviluppo. Rothenpieler è solo l’ultimo di una serie di dirigenti che ha lasciato il posto, tra l’altro dopo 34 anni di carriera nel gruppo. Per essere una divisione strategica, dal 2012 in poi la poltrona di capo dello Sviluppo di Audi è risultata decisamente scottante. Nel 2012, Audi aveva “pensionato” Michael Dick al quale erano poi subentrati in successione più o meno rapida Wolfgang Dürheimer, Ulrich Hackenberg, Stefan Knirsch (questi ultimi sono “inciampati” nel dieselgate) e Peter Mertens (strappato a Volvo Cars).

Rothenpieler aveva assunto l’incarico nel novembre del 2018

Rothenpieler era subentrato a quest’ultimo solo nel novembre del 2018 in seguito alle dimissioni di quest’ultimo. La casa dei Quattro Anelli deve ora cercarsi un nuovo direttore e non è escluso che possa pescarlo fra gli uomini cui è stato affidato il progetto Artemis. L’avvicendamento di Rothenpieler è anche il settimo cambio nel CdA di Audi dall’inizio dell’anno a conferma della “inquietudine” che regna a Ingolstadt. Anche un’altra casa bavarese, la Bmw, ha avuto problemi di personale, in particolare sul fronte del design. Nel giro di meno di un anno se ne erano andate diverse “matite”  con esperienza.

 

Articoli precedente

Alexa in macchina grazie a Echo Auto ordinabile su Amazon com 60 euro

Articolo successivo

Le auto che si vendono più velocemente online