Home»News»Al Salone di Francoforte l’auto aspirapolveri di Mann + Hummel

Al Salone di Francoforte l’auto aspirapolveri di Mann + Hummel

0
Condivisi
Pinterest Google+

La tedesca Mann + Hummel presenta al Salone di Francoforte l’auto aspirapolveri, la Feinstaubfresser. La sperimentazione del primo prototipo che ingoia lo smog, le polveri sottili in particolare, è cominciata nei giorni scorsi a Stoccarda ed a Ludwigsburg, dove si trova il quartier generale della società leader nello sviluppo e nella produzione di filtri.

Tre prototipi di auto aspirapolveri

Il primo modello “allestito” è una VW Passat GTE. L’auto verrà affiancata da una Mercedes Classe C 220 CDi e da una Bmw 320d Touring. L’auto aspirapolveri è dotata di tre diversi filtri destinati a ripulire l’aria. Il primo, che su Passat è montato sul tetto, e mangia le polveri frutto della combustione (sulla Bmw sarà montato sulla parte posteriore della vettura). Il secondo digerisce invece quelle legate all’impianto frenante. Si tratta di agenti pericolosi ma sottovalutati perché la Mann + Hummel le stima tra le 5 e le 8 volte superiori a quelle prodotte da auto con motori a gasolio Euro 6.

Filtro per i freni anche per le elettriche

La società tedesca (20.500 addetti e tre miliardi e mezzo di fatturato lo scorso anno) conta di abbatterle fino all’80% grazie all’applicazione diretta sui freni. Restano da capire eventuali applicazioni sui mezzi pubblici o sui veicoli commerciali leggeri, per non parlare di tram e treni. La Mann + Hummel assicura che questo filtro può venire adottato anche sui modelli elettrici o ibridi (come nel caso della Passat). Il terzo filtro, sicuramente interessante, ma meno “innovativo” è per l‘abitacolo, che viene protetto dalle polveri sottili e da altri agenti e residui della combustione potenzialmente tossici.

Il maxi inquinamento delle navi da crociera

Le polveri sono un grande problemi per le città, soprattutto per quelle con porti nei quali attraccano le grandi navi. Secondo i calcoli del Naturschutzbund Deutschland (Federazione per la protezione dell’ambiente della Germania) i quindici maggiori colossi del mare emettono sostanze inquinanti pari a quelle di 750 milioni di automobili. La tecnologia dell’auto aspirapolveri potrebbe venire installata anche su auto omologate Euro 5 a costi “sostenibili”. All’IAA se ne saprà di più, forse anche sui costruttori potenzialmente interessati all’alternativa offerta dalla Mann + Hummel. Che magari potrebbero pubblicizzarla con le affissioni The Breath che assorbono le sostanze nocive.

 

Articoli precedente

La conversione di Aston Martin, gamma ibrida dal 2025

Articolo successivo

Anche gli automobilisti italiani pagano per l'uragano Harvey, prezzi alle stelle