Home»News»Auto elettrica low cost, per Bollorè (Renault) costerà attorno ai 10.000 euro

Auto elettrica low cost, per Bollorè (Renault) costerà attorno ai 10.000 euro

0
Condivisi
Pinterest Google+

Auto elettrica low cost, per Bollorè (Renault) costerà attorno ai 10.000 euro

L’auto elettrica low cost sta per arrivare: potrebbe avere anche le insegne di Renault e costerà meno di 10.000 euro. La notizia, che anticipa la presentazione della nuova Captur prevista per domani a Francoforte, rimbalza dalla Germania. Il quotidiano Handelsblatt ha riportato le dichiarazioni del numero uno, Thierry Bolloré.

Auto elettrica low cost sul mercato in Europa entro cinque anni

Il top manager ha come obiettivo quello di portare sul mercato un’auto elettrica low cost nel giro di pochi anni. Bollorè ha lasciato intendere un valore di riferimento attorno ai 10.000 euro. “Ci stiamo lavorando” si legge nel virgolettato. “E ci vorranno meno di cinque anni per vedere queste macchine anche sul mercato europeo”, ha dichiarato. Per diventare appetibili ed accessibili a tutti, i prezzi dei veicoli a zero emissioni devono calare drasticamente. Di auto elettriche low cost si parla da tempo, ma almeno finora si tratta di macchine non di marchi generalisti. E, tra l’altro, non sempre a quattro ruote, oltre che comunque piuttosto care.

Il diesel, “ucciso” dal dibattito pubblico, sopravviverà lontano dalle città

Sul fronte del diesel, Bollorè non è ottimista. Secondo il manager francese il dibattito pubblico ha “ucciso” questa tecnologia, che pure (con le unità più moderne) sembra essere in grado di contenere in maniera significativa le emissioni inquinanti. Secondo il capo di Renault il diesel potrebbe sopravvivere lontano dai centri maggiori, dove le persone devono ancora percorrere grandi distanze tra un paese e l’altro. Circa la fusione con FCA, Bollorè ha chiarito che la logica che guida l’idea “è ancora giusta”. Ma al momento non sembrano esserci stati passi in avanti dopo il ritiro dell’offerta da parte del gruppo italo americano.

 

Articoli precedente

Mercedes ESF 2019, la GLE plug-in che anticipa la sicurezza del futuro

Articolo successivo

Il ritorno del mito 4x4, Land Rover Defender, più fuoristrada che mai