Home»News»Auto sicurissime: 8 modelli su 9 a cinque stelle nei crash test EuroNcap

Auto sicurissime: 8 modelli su 9 a cinque stelle nei crash test EuroNcap

0
Condivisi
Pinterest Google+

Auto sicurissime: 8 modelli su 9 a cinque stelle nei crash test EuroNcap

Auto sicurissime. Nella nona sessione del 2017 di crash test, nell’ambito del progetto EuroNcap 8 dei 9 veicoli esaminati hanno ottenuto il punteggio massimo, le cinque stelle: un verdetto complessivo che va considerato largamente positivo, anche se riguarda modelli dal prezzo piuttosto impegnativo.

Promossi un pick-up, quattro suv e due Subaru

Le auto sicurissime sono i suv Bmw X3, Porsche Cayenne, Jaguar E-Pace e DS7 Crossback, del pick-up Mercedes Classe X e della Honda Civic e delle Subaru Impreza ed XV. L’elettrica francese Citroen e-Mehari non è andata oltre le tre stelle. I picchi sono stati raggiunti da Porsche Cayenne nella protezione degli adulti (95%), dalle Subaru Impreza ed XV nella protezione dei bambini (89%) e dalla stessa crossover delle Pleiadi in quella dei pedoni (84%).

Honda Civic tra le auto sicurissime al secondo tentativo

Sul fronte della sicurezza attiva, la Honda Civic ha totalizzato addirittura l’88%. La vettura nipponica è stata sottoposta nuovamente ai crash test, dopo nella prima tornata, quella di luglio, si era fermata a quattro stelle. Le modifiche hanno riguardato gli airbag laterali a tendina: nella protezione dei bambini è passata dal 67 al 72%, facendole guadagnare la stella mancante. Il solo modello a fermarsi a tre stelle è stata la e-Mehari. L’ACI, che fa parte del progetto EuroNcap, spiega che il risultato è da imputare “alla scarsa protezione al colpo di frusta per i passeggeri posteriori (anche per la geometria dei sedili)”.

Alla e-Mehari mancava il freno automatico di emergenza

La francesina a zero emissioni è stata penalizzata anche dalla “poca la protezione per la testa del pedone in caso di urto contro il cofano e delle gambe dei passeggeri in caso di urto frontale”. I sistemi di assistenza alla guida le hanno poi fruttato solo il 25%. Il presidente dell’Automobil Club, Angelo Sticchi Damiani, ha riservato una considerazione a questo modello. “Non ha raggiunto il massimo punteggio, ma ha comunque superato il test – ha sintetizzato – perché è stato penalizzato dalla scelta di mercato di non prevedere il freno automatico di emergenza”.

Articoli precedente

Car of the Year 2018, Alfa Romeo Stelvio e le altre sei finaliste

Articolo successivo

Il gran ritorno: Alfa Romeo in Formula 1 dal 2018 con la svizzera Sauber