Home»News»Allarme sicurezza ETSC: “Costruttori tentano di indebolire piani dell’UE”

Allarme sicurezza ETSC: “Costruttori tentano di indebolire piani dell’UE”

0
Condivisi
Pinterest Google+

Allarme sicurezza ETSC: “Costruttori tentano di indebolire piani dell’UE”

La Commissione Europea vuole che frenata di emergenza (AEB) e adattatore intelligente della velocità (ISA) entrino a far parte della dotazione di serie di sicurezza delle prossime auto. “Stati membri UE e Parlamento Europeo non cedano alle pressioni delle Case”, è l’appello di Antonio Avenoso (nella foto), il direttore esecutivo del Consiglio Europeo per la Sicurezza dei Trasporti (ETSC).

Dimezzare le vittime della strada entro il 2030

A nome degli organismi che rappresenta, fra le quali anche l’Automobil Club d’Italia, l’università La Sapienza di Roma, l’ateneo di Brescia, l’Unasca e la Fondazione Ania, il manager si è espresso a favore del piano “3rd Mobility Package” annunciato dalla Commissione Europea. L’obiettivo è come al solito ambizioso. Cioè dimezzare entro il 2030 il numero dei morti e delle lesioni gravi per colpa degli incidenti sulle strade del Vecchio Continente. Si tratta, in pratica, di salvare 25.000 vite. Infrastrutture (manutenzione inclusa) e segnaletica sono elementi chiave. La Commissione vuole anche imporre ai costruttori di aumentare gli standard di sicurezza delle auto.

“Il più grande passo avanti per la sicurezza stradale”

E punta a far diventare di serie su tutte le auto nuove ISA (Intelligent Speed Assistance) e AEB (Automated Emergency Braking). Per Avenoso si tratterebbe del “più grande passo avanti per la sicurezza stradale in Europa dall’introduzione della cintura di sicurezza”. Secondo le autorità comunitarie i due sistemi contribuirebbero a salvare oltre 2.000 vite ogni anno. Poi ci sono ancora le altre 23.000.  Secondo Avenoso, stati ed Europarlamento devono tenere la schiena dritta. Perché le “case automobilistiche stanno già tentando di indebolire alcune parti della proposta di sicurezza per i veicoli”.

Articoli precedente

Sul suv elettrico Audi e-tron debuttano gli specchietti retrovisori virtuali

Articolo successivo

Peugeot Style, la serie speciale per le gamme 108, 208, suv 2008 e 308