Home»News»Chip di silicio poroso per le batterie al litio: XNRGi fa lievitare le prestazioni

Chip di silicio poroso per le batterie al litio: XNRGi fa lievitare le prestazioni

0
Condivisi
Pinterest Google+

Chip di silicio poroso per le batterie al litio: XNRGi fa lievitare le prestazioni

Il proverbiale “uovo di Colombo” arriva dagli Stati Uniti e riguarda le batterie al litio: la start-up XNRGI assicura di essere in grado di sestuplicare le prestazioni degli accumulatori sfruttando una tecnologia esistente, ma impiegandola su una architettura diversa. E, allo stesso tempo, di ridurre fino al 95% i costi di produzione.

Investimenti per 80 milioni di dollari e 1.000 campioni funzionanti prodotti

Si tratta del risultato di oltre 15 anni di sviluppo con investimenti nell’ordine di 80 milioni di dollari, come si legge sul sito della società. Che cita Intel, Motorola e perfino la Marina degli Stati Uniti ed il Dipartimento dell’energia USA fra i finanziatori. La XNRGI parla delle prime batterie al litio basata su chip di silicio poroso, naturalmente ricaricabili. Questa soluzione consentirebbe di ridurre il peso e le dimensioni degli accumulatori e nel contempo di aumentarne la densità. E quindi le prestazioni. La XNRGI garantisce di aver già “prodotto 1.000 campioni funzionanti per una vasta gamma di clienti”: si tratta di 10 miliardi di micro-batterie.

Nuove batterie al litio per l’elettromobilità non prima del 2024

Queste cifre fanno dire alla start-up di essere in grado di produrre batterie al litio a meno di 150 dollari per kWh. Un prezzo indubbiamente competitivo rispetto al 2010, quando si attestava attorno ai 1.000 dollari. Ma già nel 2017 era sceso a 200. E secondo alcune previsioni nel 2025 sarà sotto quota 100.  La densità di energia assicurata per i propri anodi al litio metallico è di 10 volte superiore a quelli degli anodi agli ioni di litio tradizionali. Grazie alla soluzione porosa in 3D, la superficie attiva della batteria lievita di 70 volte. Oltre alle sedi americane, la società è presente anche a Mumbai, Abu Dhabi e Lussemburgo. Per le applicazioni nel campo della elettromobilità la XNRGI ci sarà da attendere almeno fino al 2024.

 

Articoli precedente

Plancia digitale e oltre 36.000 manifestazioni d'interesse per la Honda e

Articolo successivo

Black Edition, il nuovo allestimento top di gamma della Seat Leon