Home»News»Mancata sponsorizzazione: il Bayern Monaco chiede i danni alla Bmw

Mancata sponsorizzazione: il Bayern Monaco chiede i danni alla Bmw

1
Condivisi
Pinterest Google+

Mancata sponsorizzazione: il Bayern Monaco chiede i danni alla Bmw

Almeno stando alle indiscrezioni, doveva essere una grande operazione, anche diplomatico calcistico, tra Bmw e Bayern Monaco con Audi come “convitato di pietra”. Invece, stando a nuove indiscrezioni, potrebbe diventare un caso da tribunale. Perché la società calcistica avrebbe chiesto i danni alla casa bavarese per la mancata finalizzazione di un importante contratto di sponsorizzazione.

Fino a un miliardo di contratto e indennizzo tra i 10 ed i 20 milioni

Il Bayern Monaco dovrebbe aver chiesto una cifra compresa tra i 10 ed i 20 milioni di euro a Bmw. L’antefatto è interessante. Perché la casa dell’Elica, che ha sempre evitato accuratamente di sostenere club calcistici, sembrava intenzionata a rilevare le quote di Audi, che controlla l’8,33% della società. E avrebbe dovuto così subentrare anche nel contratto di sponsorizzazione, che sarebbe scaduto nel 2025. L’ipotesi era che in qualche modo i due costruttori potessero trovare un accordo, magari anche attraverso la liberatoria concessa all’ex manager dell’Elica Markus Duesmann, già ingaggiato dal gruppo Volkswagen, ma vincolato da clausole contrattuali ancora per parecchi mesi.

Diess, Ceo del gruppo Volkswagen ed ex manager Bmw, nel CdS del Bayern

Bmw non ha fatto concessioni, né sembra averle fatte Audi. Le trattative erano comunque andate avanti fino a quando il costruttore premium non avrebbe formulato una richiesta definita inaccettabile dal Bayern. Che avrebbe risposto chiedendo una sorta di risarcimento. L’accordo pluriennale avrebbe potuto far affluire nelle casse del club fino ad un miliardo di euro. Nel Consiglio di Sorveglianza del Bayern siede il Ceo del gruppo Volkswagen, Herbert Diess, ex manager di spicco di Bmw.

 

Articoli precedente

Ford ristruttura in Europa: 5 siti chiusi, uno ceduto e 12.000 posti eliminati

Articolo successivo

Ford Focus ST, ancora più veloce e potente con l'EcoBoost da 280 CV