Home»News»Bugatti Spartacus, Osmancevic “sogna” il secondo modello di Molsheim

Bugatti Spartacus, Osmancevic “sogna” il secondo modello di Molsheim

0
Condivisi
Pinterest Google+

Bugatti Spartacus, Osmancevic “sogna” il secondo modello di Molsheim

Il tempo dirà se la Bugatti Spartacus immaginata dal designer Sajdin Osmancevic rappresenti quel “concetto innovativo di auto” che immagina il numero uno del marchio, Stephan Winkelmann. Il top manager era stato categorico nell’escludere un suv, cioè un veicolo la cui impostazione non collima con la filosofia del marchio.

Rolls-Royce e Bentley presidiano già il segmento dei suv

Di sicuro la Spartacus, che Osmancevic ha disegnato sia come suv sia come super suv, è diversa. Del resto la stessa Rolls-Royce si è avventurata nel segmento con la Cullinan e pure la Bentley lo presidia con la Bentayga. L’invito del designer ai costruttori ed agli stessi colleghi è proprio quello di “osare” per “superare i confini e privilegiare l’estetica con caratteri forti ed inconfondibili”.

La suggestione, anche nel nome, della Bugatti Spartacus

Lo stesso nome è una promessa di combattività: la possibile Bugatti Spartacus (Spartaco è il nome dello schiavo che capeggiò la rivolta nell’antica Roma) potrebbe “lottare” per una nuova indipendenza. La “matita” di origini bosniache ha tracciato un modello assolutamente imponente con gruppi ottici a Led e generose prese d’aria. Che sembrano escludere una motorizzazione elettrica, possibilità invece presa seriamente in considerazione da Winkelmann. Senza dubbio la Bugatti Spartacus è un spettacolare suggestione.

 

Articoli precedente

Fiat 500 e la rivoluzione di luglio: in Russia per il car sharing di Delimobil

Articolo successivo

In Germania Citroen diventa Zitrön: ecco la reazione dei concessionari