Home»News»Autonomia lievita del 30% con batteria al vanadio Belenos, Swatch

Autonomia lievita del 30% con batteria al vanadio Belenos, Swatch

0
Condivisi
Pinterest Google+

Sviluppata in Svizzera e protetta da 20 brevetti, la nuova batteria ad alte prestazioni di Belenos (messa a punto assieme all’ETH di Zurigo), una controllata di Swatch (il prestigioso marchio elvetico di orologi), verrà impiegata sui primi prototipi di auto elettriche a partire dal prossimo mese di marzo. Un accordo per l’impiego dei nuovi accumulatori era già stato siglato tra Belenos e la cinese Geely, il costruttore che controlla Volvo. La casa scandinava dovrebbe presentare la prima vettura interamente elettrica nel 2019 e già per il 2025 punta al milione di auto elettrificate commercializzate.

La super batteria viene annunciata in grado di assicurare una percorrenza superiore del 30% a quelle attuali. Non solo: le nuove e rivoluzionarie batterie al vanadio, fa sapere Belenos, si possono ricaricare anche molto più velocemente (la metà del tempo). Le prime sperimentazioni avverranno in Cina. L’obiettivo del numero uno della società elvetica, Nick Hayek, è quello di raggiungere tra i 10 ed i 15 miliardi di dollari di fatturato grazie alla tecnologia delle nuove batterie. L’ipotesi è che con una batteria al vanadio di Belenos, una Tesla Model S abbia un raggio d’azione a zero emissioni di 780 chilometri anziché di 530.

Articoli precedente

Tesla, Uber e Lyft contro Trump e divieto di ingresso negli USA

Articolo successivo

Infiniti QX30, crossover fratello di GLA, ottiene il 2.0t benzina