Home»News»Crash test 2017: tripletta VW, doppietta Subaru. L’auto più sicura è XC60

Crash test 2017: tripletta VW, doppietta Subaru. L’auto più sicura è XC60

0
Condivisi
Pinterest Google+

Crash test 2017: tripletta VW, doppietta Subaru. L’auto più sicura è XC60

Volvo XC60 è l’auto più sicura del 2017, ma Volkswagen è il costruttore con il maggior numero di modelli fra quelli più affidabili. Sulla base dei crash test eseguiti nel 2017, il progetto EuroNcap sostenuto anche dall’ACI, ha stilato una graduatoria per ciascuna delle sette categorie in cui è suddiviso il comparto.

Volvo XC60 raggiunge il 98% per la protezione degli adulti

“La nuova XC60 è una delle vetture più sicure che Volvo abbia mai costruito” ha dichiarato Malin Ekholm, vice Presidente del Centro Sicurezza della casa svedese di proprietà dei cinesi di Geely. Sommando le percentuali ottenute nelle quattro prove il modello ha totalizzato raggiunto il livello più alto. È risultato primo fra i grandi fuori strada (Large Off-Road) con il 98% per la protezione degli adulti, 87% per quella dei bambini, 76% per quella dei pedoni e 95% per i sistemi di sicurezza attiva. La frenata automatica di emergenza (AEB) è di serie su tutti i modelli XC60.

Volkswagen Polo con la frenata automatica di emergenza di serie

Volkswagen ha piazzato la Arteon al primo posto nel segmento Executive, la T-Roc fra gli Small Off-Road e la Polo fra le Supermini. La Arteon, che monta il cofano attivo, ha ottenuto il punteggio più alto fra le sette “Best in Class 2017” per la protezione dei pedoni. La Polo si distingue per la dotazione di serie dell’AEB sull’intera gamma. Le “regine” della protezione dei bambini (89%) sono due modelli giapponesi: le Subaru XV e Impreza. Le due auto hanno primeggiato con un sostanziale ex aequo nel segmento delle Small Family Car. Impreza, infatti, ha strappato qualche punto in meno sul fronte della sicurezza dei pedoni per via della diversa conformazione del cofano anteriore.

Cresce la diffusione la diffusione dei sistemi di assistenza alla guida

Opel Crossland X a conquistato il primato fra gli Small MPV malgrado, precisa l’ACI, non disponesse del freno automatico di emergenza. A parte alcune eccezioni, tipo la Fiat Punto a zero stelle, la maggior parte dei modelli sottoposti ai crash test nel 2017 hanno raggiunto il punteggio massimo. La ragione è la sempre maggior diffusione dei sistemi di assistenza alla guida. La frenata automatica per rilevazione dei pedoni, ad esempio era di serie sul 62% dei modelli e disponibile sull’82% delle vetture. I sistemi di assistenza e controllo della velocità sono risultati presenti a bordo del 92% delle nuove vetture testate (dotazione di serie nell’82% dei casi).

Articoli precedente

DS Automobiles: ecco come nasce un nuovo marchio

Articolo successivo

"Make Germany and Mexico great again", Trump lontano dagli obiettivi