Home»News»Dieselgate: illegale anche il software di aggiornamento? Scoop della Bild

Dieselgate: illegale anche il software di aggiornamento? Scoop della Bild

1
Condivisi
Pinterest Google+

Dieselgate: illegale anche il software di aggiornamento? Scoop della Bild

Frode col punto interrogativo: secondo le informazioni raccolte dall’edizione domenicale della Bild, Volkswagen potrebbe aver installato un software illegale per sostituire quello che imbrogliava sulle emissioni e che ha scatenato il dieselgate.

Accertamenti sul software abbinato al motore diesel AE 189 da 1.2 litri

La testata, che in questi anni ha avito accesso a fonti privilegiate, ha chiesto conferme sia a Volkswagen sia alla KBA, l’ufficio federale dei trasporti. Il costruttore ha confermato come sia emerso qualcosa di anomalo, ma anche di aver immediatamente informato le autorità. La stessa KBA, riferisce la Bild am Sonnatg, ha confermato che sono in corso accertamenti. Stando a quanto riporta il giornale il nuovo software sospetto sarebbe stato scoperto in abbinamento all’unità diesel AE 189 da 1.2 litri. Nella sola Germania, l’unico dato riportati dalla Bild, sarebbero coinvolte 10.000 Polo.

La buona notizia: il controllo interno questa volta ha funzionato

La buona notizia è che in questa occasione il controllo interno ha funzionato, visto che sarebbero stati proprio gli organismi di verifica del costruttore ad accertare l’anomalia. Volkswagen avrebbe già sospeso la cosiddetta “implementazione” del nuovo software la scorsa settimana. Il nuovo programma ridurrebbe l’effetto di abbattimento dei gas di scarico quando il motore raggiunge una certa temperatura. E, questo è il sospetto, sarebbe tarato in modo tale da ottenere l’omologazione nel ciclo NEDC. Un portavoce di Volkswagen ha riferito che questa ipotesi deve venire ancora analizzata.

Articoli precedente

Mahindra KUV100, lancio con lo sconto del suv a doppia alimentazione

Articolo successivo

Ford Edge: il grande suv americano testato sul ghiaccio del Nord