Home»News»BMW/ Su strada con la nuova 116d

BMW/ Su strada con la nuova 116d

0
Condivisi
Pinterest Google+

Grosseto – In occasione della presentazione internazionale della Serie 1 restyling 2015, avvenuta in marzo, la BMW non aveva portato le versioni con i nuovi tre cilindri che, dal punto di vista meccanico, rappresentano la novità più importante della gamma. Ma ora siamo riusciti a salire sulla 116d a gasolio, destinata probabilmente a diventare la più amata della famiglia dal pubblico italiano.

 

A chi fosse perplesso dalla “perdita” di un cilindro, diciamo subito che la Casa di Monaco dichiara per il nuovo modello esattamente la stessa potenza della vecchia 116d – i cavalli restano dunque 116 CV (ma la corrispondenza con la sigla è del tutto casuale) – e le medesime prestazioni, vale a dire 200 km/h di velocità massima e 10,3 secondi da 0 a 100 km/h. Però la cilindrata è scesa da 2 a 1,5 litri, con tutto ciò che di positivo ne consegue per quanto riguarda tassa di possesso e assicurazione. Ma ne beneficiano anche consumo ed emissioni, che scendono rispettivamente da 4,3 a 3,9 l/100 km e da 114 a 103 g/km di CO2 nel ciclo combinato La 116d Efficient Dynamics, poi, porta questi valori addirittura a 3,4 l/100 km e 89 g/km a fronte di una leggerissima riduzione della brillantezza.

 

Il nuovo motore, che deriva direttamente da quello della Mini Cooper D, è molto ben insonorizzato e la tonalità metallica caratteristica dei tre cilindri è avvertibile solo ai regimi più alti. Qui si nota anche una certa ruvidità nell’erogazione, ma gli acquirenti di questo modello difficilmente saranno frequentatori assidui della zona rossa del contagiri.

 

In condizioni di marcia normale si apprezzano quindi la silenziosità e la spinta vigorosa ai regimi bassi e medi (la coppia massima è addirittura cresciuta da 260 a 270 Nm rispetto al 2 litri). E tutto questo viene esaltato dal cambio automatico a 8 rapporti ZF, un optional decisamente costoso (2.240 euro) ma che aumenta il piacere di guida e rende ancora meno avvertibile la presenza del 3 cilindri. Questa trasmissione, tra l’altro, ha il pregio di saper dialogare col sistema di navigazione satellitare, quindi nel funzionamento automatico si adatta ancora meglio al tipo di strada che si sta percorrendo.

 

Certo la 116d non ha caratteristiche squisitamente sportive, ma l’impostazione raffinata della Serie 1 porta comunque grandi benefici. L’equilibrio permesso dal motore arretrato, che ripartisce i pesi in maniera ottimale tra avantreno e retrotreno, e dalla trazione posteriore, che rende questo modello unico nel segmento C, ha come logiche conseguenze un assetto molto bilanciato e preciso, una grande motricità e uno sterzo “pulito” come quello di un’ammiraglia. E, tutto questo, all’occorrenza, si traduce in una guida inaspettatamente divertente in rapporto alla potenza in gioco.

 

La 116d con carrozzeria a 3 porte ha prezzi che partono da 25.300 euro, mentre quella a 5 porte costa da 26.100 euro in su. Le cifre, quindi, sono le stesse dell’edizione precedente, però la dotazione di serie è stata arricchita e, già nel caso delle versioni d’ingresso, comprende clima automatico, display da 6,5 pollici, radio Professional e infotainment con alcuni servizi del “pacchetto” Connected Drive.

{gallery}articoli/bmwserie1Restyling2015{/gallery}

Articoli precedente

CARBURANTI/ Benzina e diesel, aumentano prezzi internazionali

Articolo successivo

ZAGATO/ Mostro, stupenda supercar in 5 esemplari