Home»News»Diaspora Nissan: Schillaci AD di Brembo, Munoz ingaggiato da Hyundai

Diaspora Nissan: Schillaci AD di Brembo, Munoz ingaggiato da Hyundai

0
Condivisi
Pinterest Google+

Diaspora Nissan: Schillaci AD di Brembo, Munoz ingaggiato da Hyundai

Daniele Schillaci diventerà il nuovo amministratore delegato di Brembo. Il manager italiano prenderà il posto del dimissionario Andrea Abbati Marescotti il prossimo 1 luglio. Con l’ingaggio di uno degli ex top manager di Nissan, (Schillaci era vice presidente esecutivo con delega per i veicoli elettrici) la società italiana punta ad espandersi ulteriormente a livello internazionale.

Bombassei: “Ci attendiamo un forte contributo al futuro sviluppo”

“Ci attendiamo un forte contributo al futuro sviluppo dell’Azienda”, ha fatto sapere il presidente di Brembo Alberto Bombassei. Che ha anche fatto riferimento a “nuove opportunità nei mercati in sviluppo ed in aree di business sinergiche con quelle presidiate da Brembo”. Schillaci rientra così in Italia (dove era stato anche già responsabile del marchio Alfa Romeo) dopo vent’anni di esperienza maturati all’estero. Nel suo nuovo incarico riporterà al vice presidente esecutivo Matteo Tiraboschi. Il dirigente porta con sé mezzo secolo di esperienze e di relazioni nel campo automotive visto che ha trascorsi anche in Renault e Toyota.

Brembo punta ai 5 miliardi di euro di fatturato

Brembo, società fornitrice specializzata in freni ad alte prestazioni, ha 16.000 addetti e lo scorso anno ha fatturato 2,6 miliardi di euro. L’obiettivo è di arrivare a 5. Il 54enne Schillaci si è dimesso da Nissan, ma stando alle indiscrezioni sarebbe una delle “vittime” della ristrutturazione interna dopo i guai giudiziari di Ghons (nel frattempo tornato libero per la seconda volt su cauzione). Tra i top manager finiti sulla lista nera c’erano anche lo spagnolo José Munoz ed il canadese Arun Bajai. Il primo era Chief Performance Officer, il secondo guidava le risorse umane. Munoz è stato ingaggiato quasi immediatamente da Hyundai. La casa coreana lo ha nominato Chief Operating Officer e gli ha anche affidato la guida delle operazione in America.

Articoli precedente

BMW: svelata la prima immagine della Serie 8 Gran Coupé

Articolo successivo

Mercedes EQC, la prima Stella elettrica, in Italia a partire da 76.839 euro