Home»News»La spesa per benzina e diesel è crollata di un terzo, il Fisco ha perso 5 mld

La spesa per benzina e diesel è crollata di un terzo, il Fisco ha perso 5 mld

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il Covid-19 è costato caro al Fisco italiano: la sola contrazione dei consumi di benzina e diesel è fatto perdere quasi 5 miliardi di entrate. La stima è del Centro Studi Promotor, che ha elaborato i dati del Ministero dello Sviluppo Economico. Nel primo semestre del 2020 gli italiani hanno speso 9,4 miliardi in meno per il rifornimento dei due prodotti principali, i cui listini consigliati sono fermi da due settimane e le medie dei prezzi praticati hanno subito variazioni quasi impercettibili, più sensibili in modalità servito.

Consumi scesi del 32,6%, prezzi solo fra i 6,45 e l’8,55%

Dall’inizio dell’anno il calo è stato del 32,6%.  I consumi sono scesi del 26,7%, mentre i prezzi hanno subito una flessione decisamente più contenuta: -6,45% per la benzina e -8,55% per il diesel. La riduzione dei prezzi del primo semestre è legata alle quotazioni del greggio, crollate addirittura sotto i 20 dollari al barile. Ma le ripercussioni alla pompa, sono state quasi “marginali” rispetto al pesantissimo deprezzamento.

“Impatto molto pesante” per il Fisco italiano

E, del resto, già dalla fine di maggio, sulla rete distributiva sono tornati gli aumenti. Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor, ha parlato di un “impatto molto pesante” per il Fisco. I mancati introiti dipendono da accise e Iva. La componente industriale, cioè la parte del prezzo alla pompa che va dalla produzione e alla distribuzione, ha subito una contrazione di 4,4 miliardi.

Articoli precedente

Dacia Duster Gpl: con il nuovo 1.0 tre cilindri è anche meglio

Articolo successivo

Brevettato il Predictive Touch, come Jaguar Land Rover combatte i virus