Home»News»CARBURANTI/ Crollano quotazioni ma non i prezzi per i consumatori

CARBURANTI/ Crollano quotazioni ma non i prezzi per i consumatori

0
Condivisi
Pinterest Google+

Roma – Troppo lento. Il calo dei prezzi alla pompa è progressivo e costante, ma non segue la velocità con la quale stanno scendendo le quotazioni internazionali.

Mille litri di benzina costavano ieri 530 euro sul mercato (altri 5 in meno), mentre lo stesso quantitativo di gasolio si pagava 561 (-6). Significa che le compagnie stanno guadagnando molto incassando la differenza, evidentemente sorde di fronte di fronte alle lamentele delle associazioni dei consumatori e cieche al cospetto della crisi che colpisce i trasporti.

I margini lordi sono in aumento: Staffetta Quotidiana li stima “sopra la mdia delgi ultimi dodici mesi di oltre 3 centesimi” per la benzina e di circa 2,5 per il gasolio. Questa mattina hanno abbassato i prezzi (fino a 2 cent la verde e un 1 cent il diesel) Esso, IP, Shel, Tamoil e TotalErg e immedidatamente ne hanno beneficiato le medie ponderte in modalità servito. Quella della verde è diminuita di altri 0,4 cent (1,813) e quella del gasolio di 0,5 (1,714). Stabile il gpl (0,804), sale ancora di un millesimo il metano (0,992 euro/kg).

Articoli precedente

USATO/ FirstHand, 20 Mercedes vendute a Fuoriserie Roma

Articolo successivo

RENAULT/ Prova su strada dell'elettrica Zoe