Home»News»Attese oltre 300 tra hyper e supercar a Brescia per Cars & Coffee

Attese oltre 300 tra hyper e supercar a Brescia per Cars & Coffee

0
Condivisi
Pinterest Google+

Attese oltre 300 tra hyper e supercar a Brescia per Cars & Coffee

Oltre 300 tra hyper e supercar: è il numero di vetture da sogno attese il 7 aprile in occasione della 5° Cars & Coffee Brescia. La scorsa edizione erano state censiti 270 modelli per un totale di 32 marchi rappresentati e 25.000 appassionati coinvolti. Per quest’anno sono attesi esclusivi ed invidiati bolidi di Lamborghini, Ferrari, Porsche, Maserati, Bugatti, Aston Martin e McLaren, solo per citare alcuni brand.

A Brescia il primo appuntamento europeo del calendario 2019 di Cars & Coffee

La manifestazione, spiegano gli organizzatori, è “nata con l’obiettivo di creare un momento collettivo dedicato ai possessori di supercar e hypercar“. Allo stesso tempo offre però anche la possibilità anche a chi non possiede una di queste macchina da sogno “di partecipare come pubblico, in maniera completamente interattiva e autonoma”. Tutte le hyper e supercar potranno essere osservate da vicino, anche in movimento e con il motore acceso. Quello bresciano del 7 aprile è il primo degli appuntamenti del circuito europeo 2019 di Cars & Coffee.

Villa Castelbarco a Vaprio d’Adda aperta al pubblico dalle 14

La manifestazione comincia alle 10 con una parte “privata” riservata ai driver ed ai loro accompagnatori. Nel pomeriggio, dalle 14, le auto partecipanti verranno esibite nel parco di Villa Castelbarco, a Vaprio D’Adda, alle porte di Milano. I proprietari delle auto, così come il pubblico provengono da tutto il mondo. Gli appassionati potranno anche divertirsi con i simulatori professionali di realtà virtuale messi a disposizione da Sparco per immergersi in un universo di guida e competizione 3D. I biglietti si sono possono acquistare ad una tariffa agevolata (12 euro) fino al 7 aprile. Il giorno della manifestazione l’ingresso costa 15 euro.

 

Articoli precedente

L'aumento che fa primavera: sale la benzina Eni, Tamoil IP, Italiana Petroli

Articolo successivo

Ricarica bidirezionale, la Renault Zoe diventa unità di stoccaggio mobile