Home»News»CHEVROLET/ Il sostegno a SOS Villaggi bambini

CHEVROLET/ Il sostegno a SOS Villaggi bambini

0
Condivisi
Pinterest Google+

Roma – William Kirkley (giovane regista americano) e Chevrolet hanno deciso di filmare le vite di orfani e bambini abbandonati in Europa e di sottolineare come la mobilità individuale sia fondamentale per sostenere le famiglie di SOS Villaggi dei bambini, fornire consulenza ai nuclei più vulnerabili e organizzare progetti educativi. Al 32enne Kirkley, originario della California del sud, e vincitore del MOFILM 2011 di Barcellona è stato chiesto di realizzare un documentario sui Villaggi dei Bambini di SOS e sul progetto di collaborazione con Chevrolet. Dal 14 maggio, fino al 6 giugno, Kirkley viaggerà e trascorrerà la sue giornate nei Villaggi SOS in Francia, Svizzera, Italia e Repubblica Ceca. All’inizio del 2011, Chevrolet ha stretto un accordo di collaborazione con la comunità cinematografica globale MOFILM per l’organizzazione di un concorso mondiale per la realizzazione di video sulla pluripremiata auto elettrica Chevrolet Volt. I registi dovevano presentare cortometraggi incentrati sulla passione e praticità di Chevrolet e della Chevrolet Volt. Il regolamento del concorso è stato scaricato 2.500 volte e sono state inviate 43 opere da parte di registi di 15 paesi. I primi cinque classificati sono stati premiati nel corso del 3GSM Mobile World Congress film festival svoltosi a Barcellona nel febbraio 2011. Il primo premio assegnato a Kirkley per il video intitolato “Rediscover the Road” è consistito in 5.000 dollari in contanti, il viaggio a Barcellona, e un incarico da parte di Chevrolet. E’ possibile visionare anche i corti giunti al secondo, terzo, quarto e quinto posto. E’ stato il desiderio di realizzare video commerciali che ha spinto Kirkely a partecipare al MOFILM Barcellona di Chevrolet. Il regista ha addirittura noleggiato una Chevrolet Volt per due giorni per girare l’opera poi presentata al concorso.

Articoli precedente

CEVA/ Distributore ricambi per Fiat/Chrysler

Articolo successivo

HYUNDAI/ i40 berlina: soddisfatti o rimborsati