Home»News»Citroen C-Aircross: l’originale Concept debutterà a Ginevra

Citroen C-Aircross: l’originale Concept debutterà a Ginevra

1
Condivisi
Pinterest Google+

Al Salone di Ginevra, in scena dal 9 al 19 Marzo, la Citroen presenterà la C-Aircross Concept, una particolare interpretazione di un B-Suv, che con tutta probabilità anticipa una futura versione di serie. L’originale design si caratterizza per linee fluide e tondeggianti, Airbump dalla forma dedicata, gruppi ottici posteriori 3D, protezioni dei passaruota con un camouflage rivisitato, cerchi da 18 pollici e una vivace combinazione cromatica per la carrozzeria. Centimetro alla mano, la vettura misura 4,15 m in lunghezza, 1,74 m in larghezza e 1,63 m in altezza.

La particolare apertura delle portiere introduce in un abitacolo ben curato, che riprende le tonalità impiegate per l’esterno, dall’impostazione moderna e tecnologica: il conducente davanti a sé ha un volante multifunzionale monorazza, caro alla storia del brand, una plancia rivestita in tessuto e dotata della tecnologia Head Up display. Il “cuore” della console centrale, invece, è il monitor touch screen da 12 pollici sul quale vengono riportate le principali funzionalità di bordo. L’infotainment permette a tutti gli occupanti di avere informazioni sul tragitto grazie alla Connect Nav, la navigazione connessa 3D con riconoscimento vocale. Ognuno può scegliere la musica da ascoltare o il film da vedere. Sempre in termini di connettività, il prototipo propone, al centro della console centrale, un vano per la ricarica wireless e a induzione degli smartphone. Non mancano poi la ConnectedCam, già impiegata sulla C3, e l’innovativa applicazione Share with U: utilizzando l’hotspot Wi-fi del veicolo si possono condividere sui device dei compagni di viaggio, in maniera rapida e intuitiva, i file multimediali del proprio smartphone.

La C-Aircross Concept si caratterizza anche per la presenza di numerosi vani portaoggetti, sparsi per l’abitacolo. Nella parte anteriore spicca una zona di contenimento originale lungo l’intera plancia: un vano con lavorazione a rilievo antiscivolo, un chiaro omaggio alla C4 Cactus. A esso si affiancano inoltre due cassettini dotati di cinghiette. A completare l’elenco ci pensano i grandi portaoggetti nelle porte, uno spazio dove riporre le borse sotto la console centrale e tasche nello schienale e nella parte laterale dei sedili. Prendendo in considerazione l’aspetto meccanico, per il momento, la Casa ha rilasciato una sola informazione: la vettura utilizza il sistema Grip Control. Le specifiche tecniche, con tutta probabilità, saranno divulgate nei prossimi giorni, in prossimità della kermesse svizzera.

Articoli precedente

Joint venture Honda e Hitachi per motori auto elettriche e ibride

Articolo successivo

Le prime foto dell'aggiornata Toyota Yaris che debutta a Ginevra