Home»News»Nuova Citroën C3: è tutta un’altra auto

Nuova Citroën C3: è tutta un’altra auto

1
Condivisi
Pinterest Google+

Giunta alla terza generazione, la Citroën C3 si rivoluziona. Dimenticate pure le forme arrotondate del precedente modello, che tanto successo hanno riscosso nella clientela femminile. La nuova compatta francese ha adesso un aspetto decisamente più dinamico, fortemente ispirato a quello della “crossoverina” Cactus. Se le portiere restano cinque, come sulla precedente generazione, la nuova Citroën C3 cresce un po’ nelle dimensioni per offrire ancora più spazio a bordo e apparire più slanciata: la lunghezza, infatti, sale a 3,99 metri ma l’altezza si riduce di 4 cm. Capiente il bagagliaio: la Casa francese dichiara un volume di 300 litri. Come dicevamo, proprio dalla Cactus la nuova C3 trae ispirazione per lo stile: il frontale è caratterizzato dai fari su due livelli, le fiancate propongono gli Airbump (protezioni contro i piccoli urti) e codolini per i passaruota, e il tetto appare visivamente “appoggiato” sui montanti. Quest’ultimo, può essere richiesto in tre colorazioni diverse in abbinamento a 9 differenti colori per la carrozzeria.

Se fuori la C3 ripropone alcuni stilemi introdotti con la Cactus, le somiglianze continuano anche in abitacolo. A cominciare dai sedili dalle generose dimensioni e dalla plancia essenziale, caratterizzata dal grosso schermo touch da 7″, attraverso il quale si possono gestire tutte le funzioni dell’auto. Per l’abitacolo si possono avere ambienti diversi, in modo da sottolineare il carattere più chic o dinamico della C3. Particolarmente riuscito è l’abbinamento con inserto in cuoio per fascia centrale della plancia, corona del volante, pannello porta e rivestimento dei sedili. Tanti elementi di stile che rendono sfiziosa e personale la piccola francese, accompagnati anche da contenuti tecnologici come i tanti dispositivi di aiuto alla guida disponibili: rilevamento della stanchezza del guidatore, avvertimento della presenza di un veicolo nell’angolo cieco degli specchietti retrovisori e del cambio di corsia involontario. Ai quali si aggiunge un chicca: sulla nuova Citroën C3 è di serie una telecamera frontale che tiene un “occhio” costante sulla strada: grazie all’integrazione con gli smartphone, le immagini possono essere condivise (nel caso, ad esempio, di un panorama suggestivo) oppure salvate per mostrare responsabilità in caso di incidente.

La nuova Citroën C3 debutterà ufficialmente al Salone di Parigi, in programma dall’1 al 16 ottobre. L’auto raggiungerà poi le concessionarie in novembre e sarà disponibile con gamma articolata di motori. I benzina PureTech, tutti a tre cilindri, sono un 1.0 da 68 cv e un 1.2 in versione aspirata da 82 cv oppure turbo da 110 cv, quest’ultimo disponibile anche in abbinamento al cambio automatico a sei rapporti (già in uso anche sulla cugina Peugeot 208). L’alternativa diesel, invece, è rappresentata dall’1.6 a quattro cilindri della famiglia BlueHdi (che utilizza l’additivo AdBlu) in due livelli di potenza: 75 oppure 100 cv. In un secondo momento verrà introdotta anche una versione “bifuel”, con doppia alimentazione benzina-Gpl.

Articoli precedente

Porsche Panamera: svelata la seconda generazione

Articolo successivo

Porsche Panamera: record al 'Ring, battuta l'Alfa Romeo Giulia