Home»News»Citroen SpaceTourer: la versatilità francese si aggiorna

Citroen SpaceTourer: la versatilità francese si aggiorna

1
Condivisi
Pinterest Google+

Se state pensando di allargare la famiglia, il rinnovato Citroen SpaceTourer potrebbe fare al caso vostro. Questo perché è il modello con cui il brand ha rafforzato la propria offerta nel settore delle monovolume e delle multispazio. Si confermano come punti di forza la comodità e la praticità, abbinate a un design elegante capace di trasmettere una sensazione di robustezza.

Prendendo in considerazione l’aspetto tecnico, bisogna evidenziare che lo SpaceTourer è sviluppato su una variante della piattaforma modulare EMP2 (già collaudata su C4 Picasso e Grand C4 Picasso) per offrire un buon compromesso fra un comportamento dinamico e consumi contenuti. Le motorizzazioni disponibili sono quattro, tutte appartenenti alla gamma diesel BlueHDi, con potenze comprese fra 120 e 180 cv. La trasmissione, a seconda del modello scelto, può essere manuale a sei marce oppure automatica EAT8.

Lo SpaceTourer è disponibile sia a passo lungo sia a passo corto. In tre differenti “taglie” di lunghezza: XS di 4,60 metri con passo corto; M di 4,95 metri e XL di 5,30 metri, entrambe con passo lungo. I quattro allestimenti si suddividono in due categorie, una dedicata all’impiego quotidiano e una particolarmente adatta per un utilizzo professionale del mezzo. Il listino prezzi, parte dai 32.850 euro dello SpaceTourer 1.5 Business e arriva fino a oltre 48 mila euro.

Citroen SpaceTourer

Interni comodi e versatili

Gl’interni sono spaziosi ed estremamente versatili. La plancia, lievemente rialzata, ispira una sensazione di fiducia. Abbinata alla posizione di guida rialzata, consente di dominare la strada. La sua configurazione permette al conducente di avere tutto a portata di mano e di sguardo, come il quadro strumenti dai quadranti moderni, il Touch Pad da 7’’, i comandi del climatizzatore e i vani portaoggetti.

Il rivestimento dei sedili è realizzato con materiali morbidi ed accoglienti, che assicurano un comfort di livello. SpaceTourer dispone di due rivestimenti interni, in tessuto e in pelle. I passeggeri della seconda e della terza fila dispongono inoltre di poltrone singole scorrevoli, con schienali reclinabili, poggiatesta e braccioli, per un benessere ottimale. Una sensazione completata dal padiglione comfort, situato nella zona centrale e dotato di ventilatori che diffondono l’aria climatizzata. Non solo: l’ambiente è stato studiato per permettere di godere di calma e serenità. Così, per aumentare il comfort, SpaceTourer beneficia di un trattamento acustico specifico. L’utilizzo di materiali fonoassorbenti a livello della scocca e intorno all’abitacolo (padiglione, aperture, plancia, pianale…), e di vetri stratificati di maggiore spessore (ossia 3,85 mm) permette di diminuire i problemi acustici e le vibrazioni.

Non mancano poi una serie di tecnologie (ormai) indispensabili su un’auto al passo con i tempi, pronta ad aiutare in svariate circostanze il conducente. Per citarne alcune: l’avviso di superamento involontario della linea di carreggiata, la sorveglianza dell’angolo morto, il Coffee Break Alert e l’allarme rischio collisione. Ai sistemi appena citati, si affiancano gli equipaggiamenti che facilitano la vita quotidiana come il Connect Nav, la funzione Mirror Screen, il Top Rear Vision e il Grip Control. Decisamente completo anche l’elenco dei sistemi di assistenza alla guida. Al suo interno spicca, tra l’altro, la presenza dell’active safety brake, del regolatore di velocità adattativo e dell’allarme di rischio collisione.

Citroen SpaceTourer

Citroen SpaceTourer: caratteristiche

Citroen SpaceTourer:

Citroen SpaceTourer: listino prezzi

Citroen SpaceTourer:

Articoli precedente

Aston Martin DB5 Goldfinger Continuation: (ri)nasce l'auto di 007

Articolo successivo

La "prima volta" di Rowland in Formula E. Domani il sipario sulla stagione