Home»News»CONTINENTAL / C’è un legame con la Torre Eiffel

CONTINENTAL / C’è un legame con la Torre Eiffel

0
Condivisi
Pinterest Google+

MILANO – L’unico contatto tra il pneumatico e la strada è una superficie non più grande di una cartolina postale. Tutto quanto nella vostra vita dipende perciò dall’avere buoni pneumatici. Essi rappresentano l’unico contatto tra la vostra vettura e la strada. Se questo contatto non è perfetto, possono sorgere dei problemi in frenata, in accelerazione o in curva. Perfino sistemi come l’ABS o l’ESC non possono funzionare al meglio. E’ sorprendente come molti guidatori dimentichino che i pneumatici sono tutto ciò che li tiene attaccati alla strada.In una indagine a campione effettuata in tutta Italia da luglio 2005 ad aprile 2006 da ACI Milano, Assogomma e Federpneus, il 37% dei pneumatici controllati avevano battistrada non sicuro, con profondità di scultura tra 1,6 e 3 mm, l’8% danneggiamenti visibili, il 5% pressione pericolosa. Ecco perché Continental raccomanda ai guidatori di controllare regolarmente i pneumatici quando si fermano alla stazione di servizio per fare carburante. Ci sono segni di danneggiamento? Sono gonfiati correttamente? Hanno ancora sufficiente spessore di battistrada (almeno 4 millimetri in inverno)? La mancanza di tempo non è una scusa!Il pneumatico è uno dei componenti chiave per la sicurezza della vettura, ed è anche il prodotto ad alta tecnologia più sottovalutato. Continental è leader nella produzione di pneumatici high-tech ed i suoi pneumatici sono costantemente migliorati e adattati per soddisfare innumerevoli richieste. Al giorno d’oggi un pneumatico è formato da circa 25 diversi componenti e almeno 12 differenti mescole di gomma. Oltre a strati di tele tessili e metalliche, prodotti chimici, oli e silice, un pneumatico Continental per autovettura, di misura 195/65 R 15, contiene anche circa 3,3 chili di gomma. Nel 2006, per produrre 107 milioni di pneumatici per autovettura, la Continental ha lavorato in tutto il mondo circa 353 mila tonnellate di gomma, che corrispondono al peso di 35 Torri Eiffel! E ciò che contribuisce al marchio Continental non proviene solo da Continental. Il gruppo produce anche penumatici con marchio Uniroyal, Semperit, Barum, General, Euzkadi, Viking, Gislaved e Mabor.

Articoli precedente

FORD ITALIA / Alessio Franco nuovo responsabile Ufficio Stampa

Articolo successivo

FIAT / Dichiarazione dell’amministratore delegato Sergio Marchionne