Home»News»Italia, sorpresa Covid-19, Tesla a +49% nel 2020 e Zoe seconda in aprile

Italia, sorpresa Covid-19, Tesla a +49% nel 2020 e Zoe seconda in aprile

0
Condivisi
Pinterest Google+

Largamente anticipato dalle stime, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha ufficializzato l’azzeramento (quasi) delle immatricolazioni di aprile in Italia: appena 4.279 auto nuove targate, pari al 97,5% di auto in meno. Nel primo quadrimestre nel Belpaese è stata consegnata la metà delle macchine rispetto allo stesso periodo di un anno fa (-50,7%).

Scudieri: “I cinquanta giorni più difficili del secondo dopoguerra”

Quest’ultimo dato è di poco peggiore di quello della Spagna, ad esempio. Tra marzo e aprile, ossia i due mesi del congelamento delle atti Italia (fra il 12 marzo ed il 3 maggio) si sono perse 363.000 immatricolazioni in Italia. Paolo Scudieri, il presidente dell’ANFIA, l’associazione dei costruttori nazionali, dice che il Belpaese si lascia “alle spalle i cinquanta giorni più difficili del secondo dopoguerra per la nostra economia”. “Quello che più conta è concentrarsi su una rapida ripartenza“, esorta, ammonendo che la sola riapertura dei concessionari non è sufficiente al rilancio. Il comparto si attende incentivi, l’organizzazione auspica ad esempio sia l’incremento del fondo Ecobobuns sia il la sua estensione (non solo per le auto con emissioni fino a 60 g di CO2/km).

In Italia crescono Tesla (+49% nel 2020) e le BEV (Zoe seconda nella Top 10 in aprile)

Durante la chiusura forzata, il 41% delle vendite ha riguardato auto a gasolio, ma oltre un quarto (26%) hanno un’alimentazione alternativa. Addirittura 768 le immatricolazioni di auto elettriche, di cui la metà nella sola provincia di Roma. Fra i marchi, sorprende Tesla, che ha archiviato aprile con una flessione di “solo” il 50% con 104 auto. Nel bimestre il costruttore californiano è ancora largamente positivo (+49,32%) con quasi 900 auto targate. L’altro marchio che in aprile ha perso significativamente meno del 90% è Lamborghini (-74%), ma con appena 6 consegne. Nel bimestre la casa del Toro ha limitato le perdite a -9%, mentre Porsche le contenute sotto il 20% (-18%). Nella Top 10 di aprile svetta la solita Fiat Panda, seguita dall’elettrica Renault Zoe (366).

 

Articoli precedente

La i8 senza eredi, eliminata dai piani la Bmw Vision M Next da 600 CV

Articolo successivo

Fiat D-Fence, pack per purificare l'aria e igienizzare Panda e 500 Hybrid