Home»News»Crash test a cinque stelle per Leon, A3, Sorento, Defender e D-Max

Crash test a cinque stelle per Leon, A3, Sorento, Defender e D-Max

0
Condivisi
Pinterest Google+

La terza sessione di crash test condotta dal programma EuroNcap sulla sicurezza dei veicoli con i nuovi parametri 2020 ha confermato la “difficoltà” dei modelli dei segmenti A e B nel conseguire le cinque stelle con l’equipaggiamento di serie: la Hyundai i10 è arrivata tre e la Honda e a 4, mentre le Audi A3, Isuzu D-MAX, Kia Sorento, Land Rover Defender e Seat Leon hanno ottenuto la valutazione massima.

La 208 elettrica e le ibride 3008 e Captur confermano i punteggi massimi

Questa serie di test mette in evidenza che la disomogeneità del parco veicolare (in termini di masse e dimensioni), penalizza i veicoli piccoli e di minor peso“, ha osservato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’ACI. “I sistemi di assistenza alla guida possono aiutare a compensare questi handicap, si tratta di un’ulteriore sfida per i costruttori di auto”, ha aggiunto. Nel corso di questa sessione sono state premiate con le cinque stelle anche nuove versioni di auto con motori convenzionali già valutate negli anni scorsi. Ad esempio la Peugeot 208 elettrica e la Renault Captur E-Tech ibrida, entrambe testate nel 2019. La Peugeot 3008 hybrid ha ribadito il punteggio massimo ottenuto dalla versione termica nel 2016.

La Seat Leon ottiene le valutazioni più alte in tre crash test su quattro

La Seat Leon, realizzata sulla stessa piattaforma della Audi A3, è risultata l’auto più sicura di questa ultima tornata di valutazioni. Al modello spagnolo sono andate le percentuali più elevate sia per la protezione degli adulti (92%) sia per quella dei marini (88%). Sul fronte della sicurezza di pedoni e ciclisti ha dovuto condividere il primato (71%) con la Land Rover Defender. Per quanto riguarda i sistemi attivi di assistenza alla guida ha primeggiato la Kia Sorento (87%). Il pick-up Isuzu D-Max ha superato anche in Europa i crash test con gli stessi ottimi risultati già ottenuti in Australia all’inizio del 2020.

Articoli precedente

BMW insieme ad Amazon, per accelerare l’innovazione digitale  

Articolo successivo

Renault Twingo electric: finalmente arriva la city car francese a batteria