Home»News»I fantastici otto: promossi con cinque stelle i modelli sottoposti ai crash test

I fantastici otto: promossi con cinque stelle i modelli sottoposti ai crash test

0
Condivisi
Pinterest Google+

I fantastici otto: promossi con cinque stelle i modelli sottoposti ai crash test

Trionfo a cinque stelle, di più non si può, per gli otto modelli sottoposti ai crash test nell’ambito del programma continentale EuroNcap. Tutte le auto hanno ottenuto il massimo dei voti nell’ottava serie di verifiche dell’anno.

Volvo XC60 con tre migliori punteggi (uno condiviso con VW T-Roc)

Nuova Volvo XC60

La Volvo XC60 ha ottenuto i punteggi più alti in tre dei quattro test, anche se in un uno ha dovuto condividere il primato con Volkswagen T-Roc. Il suv svedese ha totalizzato il 98% per la protezione degli adulti, il 97% per i sistemi di sicurezza e l’87% per la protezione dei bambini, come il modello tedesco. Volvo XC60 ha ottenuto il punteggio massimo nell’urto laterale contro la barriera e il palo. Il sistema di frenatura automatica di emergenza (AEB) e di serie su tutti i modelli ed è stato premiato con il massimo dei voti in tutte le prove di funzionalità con collisioni sempre evitate.

Promossa anche Polo, l’unica berlina di questi di crash test

Nuova Volkswagen Polo

Oltre alla giù citata protezione dei bambini, VW T-Roc ha ottenuto il 96% per quella degli adulti, il 79% per quella dei pedoni ed il 71% per i sistemi di sicurezza. La Polo, prodotta su una declinazione differente della stessa piattaforma, ha beneficiato rispettivamente del 96%, dell’85%, del 76% e del 59%. Altri due modelli del gruppo sono stati sottoposti ai crash test: i suv Seat Arona e Skoda Karoq. Il primo ha ottenuto punteggi del 95, 80, 77 e 60 percento, mentre il secondo del 93, 79, 73, 58 percento. Pur senza il freno automatico di emergenza, l’ACI, che sostiene il programma di crash test, rileva che il crossover Citroen C3 Aircross “se l’è cavata in modo lusinghiero”. Il veicolo transalpino ha guadagnato le cinque stelle con percentuali dell’85, 82, 64 e 60 percento.

Nessuno come Mitsubishi Eclipse nella protezione dei pedoni

Il suv Mitsubishi Eclipse si è meritato il punteggio per la protezione delle gambe del pedone in caso di urto con il cofano. Il modello giapponese esce a testa alta dai test con quote del 97, 78, 80, 71. Opel Crossland X ha il freno automatico di emergenza solo come optional, ma è sicurissimo per i bambini in caso di urto frontale contro barriera e per le gambe del pedone in caso di urto contro il paraurti. Le percentuali con le quali è stato promosso sono state dell’85, 84, 62 e 57 percento. Alla luce dei risultati, il presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani ha invitato i costruttori ad “investire nei sistemi di sicurezza attiva per i veicoli”. “Auspico – ha concluso – che il freno automatico di emergenza possa diventare obbligatorio su tutti i nuovi modelli di autovetture”.

 

Articoli precedente

Joint-venture tra Continental e Osram per l'illuminazione intelligente

Articolo successivo

Listini consigliati finalmente fermi, prezzi praticati ancora in aumento