Home»News»L’Europa dell’auto torna ai livelli del 2007. FCA sempre oltre la media

L’Europa dell’auto torna ai livelli del 2007. FCA sempre oltre la media

0
Condivisi
Pinterest Google+

L’Europa dell’auto torna (quasi) ad essere quella dei livelli pre crisi: in giugno le vendite sono cresciute del 2,1% nell’UE. I volumi sfiorano il milione e mezzo di immatricolazioni, ovvero quasi gli stessi livelli dello stesso mese del 2007. Nel semestre sono state targate 8,2 milioni di auto con una crescita del 4,7%. Fra i grandi mercati, l’Italia continua ad essere fra i più spumeggianti con il +13% di giugno (ma con il 14% di kilometrizero, denuncia Federauto) ed il +9% da inizio gennaio.

Germania e Regno Unito faticano

La Germania “fatica” ed il Regno Unito comincia a scricchiolare: -4,8% in giugno e -1,3% da inizio anno, anche se arriva da anni di vero rally. Oltre al Belpaese, anche il gruppo italo americano Fiat Chrysler Automobiles continua a “sostenere” il trend positivo: in giugno le vendite sono aumentate del 7,6% (quasi quattro volte il mercato), mentre nel semestre sono cresciute del 10,2%. In Europa, fra i gruppi solo Toyota fa meglio (+13,8% e +15,5%), grazie anche alla “svolta” ibrida.

Giulia e Stelvio trascinano Alfa Romeo

Alfa Romeo e Fiat, oltre che Maserati, continuano ad andare decisamente meglio della media in Europa (UE) rispetto alla media con volumi schizzati di quasi il 37%, l’11% ed il 66%. Fiat 500 e Panda dominano le vendite tra le city car, con una quota congiunta vicina al 30%, mentre 500L si conferma la più venduta del suo segmento (oltre il 25% di quota). Soddisfazioni arrivano anche dalla Tipo e dalle Alfa Romeo Stelvio e Giulia.

Europa amara per diversi brand

Continua il rally di Suzuki, che ha archiviato giugno a +14,6% ed ha chiuso il semestre a +23%. In calo, invece, Ford, Mazda, Honda, Bmw, Opel e DS. Il gruppo Renault è stabile, ma sia Dacia sia Lada (2.500 esemplari targati nel semestre nell’Unione Europea) crescono percentualmente in maniera significativa. In giugno, grazie a Skoda e Seat (+17,8%), il gruppo Volkswagen torna a guadagnare quote di mercato.

Articoli precedente

Debutto con record per Jaguar E-Pace, avvitamento da Guinness

Articolo successivo

Skoda Element, una "spiaggina" la quarta showcar degli apprendisti