Home»News»Dacia: al Salone di Ginevra debutterà la Logan MCV Stepway

Dacia: al Salone di Ginevra debutterà la Logan MCV Stepway

0
Condivisi
Pinterest Google+

Dopo Sandero, Lodgy e Dokker, la famiglia Stepway della Dacia accoglie un quarto membro: la nuova Logan MCV Stepway, che sarà esposta fra pochi giorni al Salone di Ginevra. La vettura adotta le caratteristiche e gli elementi di design specifici del celebre allestimento. L’altezza libera da terra è stata rialzata di 50 mm rispetto alla versione convenzionale, arrivando così a 174 mm. Una configurazione che aumenta il look crossover e grazie alla posizione di guida rialzata migliora anche la visibilità.

A livello estetico la vettura si contraddistingue per l’adozione di paraurti bitono ed elementi in cromo satinato a livello delle protezioni sottoscocca anteriori e posteriori e dei fendinebbia. In linea con gli altri modelli della famiglia Stepway, la griglia della calandra adotta i toni neri del paraurti bitono, esaltati da rettangoli cromati, che ricordano quelli di Duster. Sulle fiancate, i passaruota e la parte inferiore della carrozzeria sono sottolineati da un rivestimento specifico. Il look è poi completato da specchietti retrovisori e barre da tetto longitudinali in Dark Metal, abbinate a un nuovo badge “Stepway” sulle porte anteriori. La Logan MCV Stepway è disponibile nella versione equipaggiata con il motore TCe 90, abbinabile sia al cambio manuale a cinque marce sia alla trasmissione robotizzata Easy-R 5, oppure con il propulsore dCi 90 e cambio manuale.

Alla kermesse svizzere la Dacia presenterà anche una nuova serie limitata, disponibile su Duster, Sandero, Dokker, Lodgy e Logan MCV, sviluppata sulla base del livello di allestimento top di gamma. Quest’ultima sarà facilemente riconoscibile grazie a livree dedicate e dettagli specifici per alcuni componenti dell’abitacolo come le sellerie esclusive bi-materiale.

Articoli precedente

Range Rover Velar, un nuovo suv all'insegna del glamour

Articolo successivo

Fiat Panda Natural Power: prodotto l'esemplare n° 300 mila