Home»News»DealerSTAT 2020, i concessionari italiani più soddisfatti vendono Toyota

DealerSTAT 2020, i concessionari italiani più soddisfatti vendono Toyota

0
Condivisi
Pinterest Google+

Toyota, Porsche e Suzuki: sono, nell’ordine, i mandati che hanno soddisfatto di più i concessionari. Lo rivela la ricerca DealerSTAT elaborata dalla società di analisi e consulenza Quintegia sulla base di 1.085 questionari, ossia il 52% della rete di vendita per il settore auto per un totale di 29 marchi coinvolti. In vetta alla graduatoria c’è stato un avvicendamento tutto giapponese perché nella scorsa edizione dello studio al primo posto c’era Suzuki (Toyota era quarta).

Toyota e Lexus in testa per l’efficacia della risposta durante l’emergenza

Per quanto riguarda l’emergenza Covid-19, invece, il trionfo del colosso nipponico è stato completato dalla piazza d’onore di Lexus. L’assistenza fornita ai rivenditori dei due brand ha ottenuto un giudizio migliore di quella di marchi premium tedeschi Mercedes e Bmw. E anche di Seat, quinta, gratificata dai concessionari per la miglior comunicazione pubblicitaria a livello nazionale. Nella Top 10 assoluta sulla soddisfazione dei concessionari rispetto ai propri mandati figurano nell’ordine da Mercedes, Volkswagen (miglior risultato in assoluto da quanto viene effettuato il sondaggio), Volvo, Bmw, Mini, Audi e Seat. Porsche ha guadagnato il primato per la redditività dei concessionari.

Cambia l’assetto proprietario, in 10 anni gli imprenditori sono calati del 55%

“Rispetto allo scorso anno il gradimento dei dealer si dimostra in flessione anche se non così marcata, vista la contingenza”, ha osservato Alberto Bet, manager di Quintegia. Più in generale, fra le aree gestionali più apprezzate ci sono quelle relative al management vendite (3,48), del prodotto (3,45), training (3,38), servizio ricambi (3,30) e servizi finanziari (3,25). Ancora bassi i valori sui comparti delle vendite business (2,63), dell’usato (2,83) e i margini per i concessionari (2,67). L’istantanea di DealerSTAT è quella di un comparto in forte evoluzione e, soprattutto, caratterizzato da una forte contrazione del numero degli imprenditori. I concessionari di proprietà sono il 55% in meno rispetto al 2010, 990 contro 2.200.

 

Articoli precedente

Mitsubishi ridimensionerà le attività in Europa, "Small is beautiful" il motto

Articolo successivo

Volkswagen Group starebbe valutando di (ri)acquisire la francese Europcar