Home»News»DEKRA/ Affidabilità usato: la migliore è Opel Insignia

DEKRA/ Affidabilità usato: la migliore è Opel Insignia

0
Condivisi
Pinterest Google+

Cinisello Balsamo (MI) – Anche quest’anno DEKRA si è pronunciata sull’affidabilità dei veicoli usati. Secondo l’edizione 2011 del rapporto, Opel Insignia è l’auto con la minore percentuale di difettosità nella classifica individuale, mentre Audi A6 per il terzo anno consecutivo si è classificata come la “migliore di tutte le classi”. Per questa nuova edizione gli esperti hanno introdotto l’indice difettosità DEKRA (IDD) tra i parametri di valutazione dei veicoli usati e per la prima volta hanno preso in considerazione anche i veicoli commerciali. Nel segmento delle Piccole/Utilitarie la Ford Fiesta è in cima alla classifica davanti alla Renault Twingo e alla Toyota Yaris. Nel segmento delle Compatte, invece, la Toyota Prius ha difeso la sua posizione davanti alla Volkswagen Golf VI e alla Volvo C30, mentre nel segmento delle Medie la vincitrice assoluta è risultata la Opel Insignia, che ha spodestato la Audi A4, vincitrice dello scorso anno, classificatasi stavolta al secondo posto seguita dalla Ford Mondeo al terzo. Tra le Medie Superiori/Alto di Gamma l’Audi A6 si è confermata al primo posto, seguita al secondo posto dalla BMW Serie 5 e dalla Mercedes-Benz Classe S. Nel segmento delle Sportive/Cabrio la Mazda M5 e la Volkswagen Eos hanno difeso i primi due posti davanti alla Audi TT. Nella valutazione dei Fuoristrada/SUV, tre vetture giapponesi, e cioè la Honda CR-V, la Toyota RAV4 e la Nissan Qashqai, hanno occupato i primi tre posti, mentre tre le Monovolume ha primeggiato la Volkswagen Golf Plus, seguita dalla Nissan Note e dalla Toyota Corolla Verso. Per quel che riguarda infine il segmento dei Veicoli Commerciali, novità dell’edizione 2011 del Rapporto DEKRA, il Mercedes-Benz Sprinter si è classificato al primo posto, seguito dal Fiat Ducato al secondo posto e dal Volkswagen Crafter al terzo.

Articoli precedente

CONTINENTAL TRUCKS/ Listini in aumento del 7%

Articolo successivo

NAVTEQ/ Speciale classifica: le città europee più congestionate