Home»News»La diaspora dei designer di BMW, con Habib è il terzo in 10 mesi

La diaspora dei designer di BMW, con Habib è il terzo in 10 mesi

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il problema che Audi aveva con i responsabili della divisione Ricerca & Sviluppo (cinque in quattro anni), Bmw sembra averlo con i designer. Citando fonti attendibili, la rivista specializzata Auto Motor und Sport ha dato la notizia dell’addio al gruppo da parte della 46enne matita di origini libanesi Karim Habib. Sarebbe il terzo designer di punta che lascia la casa bavarese negli ultimi 10 mesi. Una vera diaspora. Quella che ancora non è chiara è la destinazione di Habib, che era approdato una prima volta in Bmw nel 1998, dove era rimasto fino al 2009 per occuparsi, fra gli altri modelli, dell’ammiraglia Serie 7. Dopo due anni trascorsi in Mercedes, Habib era stato richiamato a Monaco di Baviera dove era diventato il responsabile del design del marchio Bmw.

Nell’aprile dello scorso anno il francese Benoit Jacob aveva aperto il valzer degli addii: l’allora responsabile delle linee della gamma “i” della casa dell’Elica aveva accettato l’offerta di Future Mobility, una ambiziosa start-up cinese. In luglio era stato “seguito” dal danese Anders Warming, prima matita di Mini, ingaggiato da Borgward, il costruttore tedesco “riesumato” con iniezioni di risorse cinesi. Le ragioni di questo esodo, per altro accompagnato anche da altre dimissioni illustri (sempre verso Faraday Future e verso Hyundai), non sono note, ma di sicuro il responsabile delle linee del gruppo, l’olandese Adrian van Hooydonk, dovrà trovare nuovi designer adeguati.

Articoli precedente

Auto non è motore dell'innovazione: solo Tesla e Toyota nella Top 10

Articolo successivo

Alfa Romeo Stelvio First Edition, ordini aperti. Prezzo e consumi