Home»News»PSA/ La "guerra dei Peugeot", disaccordo su aumento capitale

PSA/ La "guerra dei Peugeot", disaccordo su aumento capitale

0
Condivisi
Pinterest Google+

Parigi (Francia) – Il quotidiano francese Les Echos ha pubblicato la lettera che Thierry Peugeot, presidente di PSA Peugeot Citroën, ha scritto al cugino Robert, a capo della holding familiare che controlla la maggioranza del capitale, perché in disaccordo sulla ipotizzata “apertura” ai cinesi di Dongfeng. La spaccatura diventa così ufficiale e, in particolare, la divergenza di visioni sul possibile nuovo assetto societario del gruppo.

Secondo anticipazioni dello stesso giornale, nei giorni scorsi sarebbe stato discusso un piano per l’aumento di capitale che ridurrebbe il potere della famiglia Peugeot. I 3 miliardi di nuove risorse farebbero in modo che i tre azionisti di riferimento – holding Peugeot, Dongfeng e stato francese – abbiano tutti il 14% di quote. Thierry Peugeot ha espresso la propria preoccupazione perché, di fatto, il margine di controllo della famiglia verrebbe decisamente limitato: con l’attuale architettura societaria dispone del 25% di quote ma, soprattutto, del 38% dei voti. Thierry Peugeot ritiene che la famiglia debba continuare ad accompagnare Peugeot e non perdere interesse. Conisderati i segnali di ripresa del mercato, la controproposta sarebbe quella di far subentrare alla partecipazione pubblica un altro investitore consentendo così alla famiglia di rimanere il principale azionista.

Articoli precedente

CARBURANTI/ Sale prezzo metano. Erario, perso 1 miliardo nel 2013

Articolo successivo

PNEUMATICI/ Gomme invernali, margine di "tolleranza" di un mese