Home»News»Da venerdì distributori chiusi la notte sul Grande Raccordo Anulare. I motivi

Da venerdì distributori chiusi la notte sul Grande Raccordo Anulare. I motivi

0
Condivisi
Pinterest Google+

Ancora 10 giorni per non chiudere, ma sul Grande Raccordo Anulare (GRA) di Roma i distributori di carburante resteranno con le serrande abbassate durante la notte, già a partire da venerdì. Lo ha reso noto la Fegica Cisl, che associa i gestori delle aree di servizio del GRA. Il testo riprende il contenuto di una comunicazione inviata al concessionario Anas e, tra gli altri, anche al sindaco della capitale, Virginia Raggi.

Le imprese non hanno più le risorse finanziarie per andare avanti

I gestori delle stazioni di servizio sono “allo stremo”. “Dopo aver fin qui garantito il servizio per tutta la durata dell’emergenza sanitaria in corso, a rischio della propria incolumità e di quella dei propri dipendenti, assumendo su di sé l’intero onere organizzativo, economico e finanziario – scrive l’organizzazione di categoria – le  imprese di gestione non sono più nelle condizioni di disporre delle risorse finanziarie e comunque della liquidità necessaria ad approvvigionare le proprie aree di servizio dei prodotti occorrenti a garantire la regolarità e la continuità del servizio di distribuzione dei carburanti“.

Dal 25 marzo il tavolo negoziale con i titolari dei distributori

Per questa ragione, a partire dalle 18 di venerdì 10 aprile, i distributori del Grande Raccordo Anulare di Roma rimarranno chiusi tutte le notti. Esclusivamente per garantire i servizi minimi essenziali tra le 18 e le 7, saranno presidiate due aree per carreggiata. La chiusura notturna, spiega la Fegica Cisl, viene attuata solo per continuare a garantire il servizio durante il giorno, ma non oltre il 20 aprile. Poi la “resa”. “Governo, società concessionarie e subconcessionarie non hanno, a tutt’oggi, saputo o voluto offrire alcun tipo di intervento concreto“, rileva il sindacato. E questo nonostante dal 25 marzo esista un tavolo negoziale.

Articoli precedente

Il suv tascabile a passo allungato, Suzuki Jimny a cinque porte in India

Articolo successivo

Quadriciclo elettrico low cost su Alibaba, fino a 4 posti con 1.000 dollari