Home»News»Dodge Durango in Italia anche come SRT ed a GPL con il gruppo Cavauto

Dodge Durango in Italia anche come SRT ed a GPL con il gruppo Cavauto

0
Condivisi
Pinterest Google+

Dodge Durango in Italia anche come SRT ed a GPL con il gruppo Cavauto

Il gruppo Cavauto porta in Italia il suv premium americano Dodge Durango, disponibile in tre diverse configurazioni di posti, cioè cinque, sei o sette. I prezzi, chiavi in mano, IVA e messa su strada incluse, oscillano tra i 52.900 ed i 78.900 euro. Il modello è a listino con la garanzia europea con soccorso stradale di 2 anni o 100.000 chilometri. Le prime unità in livrea total black sono già visibili presso lo show room di Monza.

Motore HEMI da 6.4 litri per la variante Street&Racing Technology

Il Dodge Durango è estremamente versatile e sia la seconda sia la terza fila di sedili può venire completamente reclinata ottenendo un vano di carico piatto. Il veicolo è disponibile anche come SRT, acronimo di Street&Racing Technology), riprendendo così l’anima sportiva già sfoggiata sulle berline. Esteticamente si distingue per il paraurti anteriore più ampio e le prese d’aria maggiorate. Il motore del Dodge Durango SRT è il V8 HEMI da 6.4 litri da 475 CV e 630 Nm di coppia abbinato alla funzione fuel saver, cioè la disattivazione dei cilindri.

Prestazioni anche da supercar: da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi

Questa variante ha consumi importanti, ma prestazioni da supercar con uno spunto da 0 a 100 km/h che avviene in 4,4 secondi. La Durango SRT monta freni Brembo ad alte prestazioni e dispone sia della trazione integrale AWD ottimizzata sia delle sospensioni Active Damping. In versione RT, il Dodge Durango monta l’unità HEMI da  5.7 da 360 CV e 529 Nm di coppia sempre con fuel saver e fasatura variabile VVT. Entrambe le unità possono venire alimentate anche con il bioetanolo.

Dodge Durango a richiesta anche bifuel con sistema Prins

Il gruppo Cavauto offre anche la conversione a GPL con l’impianto Prins. La capacità di traino omologata in Europa è di 3.500 kg. Il suv ha la trasmissione automatica a otto marce standard TorqueFlite con palette di selezione delle marce sul volante. Tra le funzioni con cui è equipaggiata il modello ci sono la strumentazione digitale programmabile, il display touchscreen da 8,4 pollici Uconnect con navigatore europeo 4.0, Apple CarPlay e Android Auto.

Articoli precedente

Hyundai Venue, il suv da meno di 4 metri debutta al Salone di New York

Articolo successivo

VW Golf TGI, la best seller con quattro serbatoi che non paga il bollo