Home»News»Effetti collaterali del Covid-19, Fisco perde 1,3 miliardi, i gestori scioperano

Effetti collaterali del Covid-19, Fisco perde 1,3 miliardi, i gestori scioperano

0
Condivisi
Pinterest Google+

La quotazione del greggio crolla, i prezzi alla pompa calano (non abbastanza secondo i consumatori, mentre i gestori delle stazioni di servizio hanno anticipato uno sciopero per il 13 e 14 maggio, che era stata scongiurato lo scorso mese) e la spesa per benzina e diesel per auto si dimezza in Italia: sono gli effetti collaterali della quarantena per il Covid-19.

In marzo la spesa per benzina e diesel per auto è scesa del 47,2%

In attesa del dato di aprile, mese nel quale la chiusura è stata pressoché totale, il Centro Studi Promotor ha stimato una contrazione dei consumi dei due carburanti principali nell’ordine del 43,7% in marzo. Ma poiché oltre alla domanda è sceso anche il prezzo, la spesa media ha subito una flessione del 47,2%. Secondo Gian Primo Quagliano, presidente dell’organismo di analisi, il calo è “inferiore alle attese dati i provvedimenti restrittivi che hanno riguardato la circolazione degli autoveicoli per combattere la pandemia”. L’erario ci ha rimesso 1,3 miliardi (-45%), mentre l’industria petrolifera ha dovuto contabilizzare meno entrate per 967 milioni (-50,8%).

Nel primo trimestre gli effetti collaterali hanno fatto scendere la domanda del 14,7%

Nel primo trimestre i consumi di verde e gasolio sono scesi del 14,7% e la spesa del 15,4% (2,1 miliardi i meno). Gli effetti collaterali dell’attuale congiuntura continuano a farsi sentire, anche oggi malgrado Staffetta Quotidiana non abbia rilevato interventi sui listini consigliati da parte delle compagnie. Perché le medie dei prezzi praticati comunicate dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ sono ulteriormente scese rispetto all’aggiornamento del 29 aprile. La contrazione ha raggiunto i 13 millesimi al litro.

Solo il metano in controtendenza, aumenta di un millesimo al chilogrammo

Benzina self service a 1,388 euro al litro (-11 millesimi, compagnie 1,391 pompe bianche 1,379). Diesel a 1,278 euro al litro (-13, compagnie 1,282, pompe bianche 1,268). Benzina servita a 1,535 euro al litro (-11, compagnie 1,576, pompe bianche 1,445). Diesel a 1,428 euro al litro (-11, compagnie 1,470, pompe bianche 1,335). GPL servito a 0,593 euro al litro (invariato, compagnie 0,600, pompe bianche 0,582). Metano servito a 0,982 euro al chilogrammo (+1, compagnie 0,991, pompe bianche 0,975). GNL 0,947 euro al chilogrammo (-1, compagnie 0,964 euro/kg, pompe bianche 0,936 euro/kg).

 

Articoli precedente

La Bmw Serie 4 Coupé è in dirittura d'arrivo, anche mild hybrid da 374 CV

Articolo successivo

Mercato auto, profondo rosso in aprile, -89% in Francia, -95,6% in Spagna