Home»News»Emissioni in Europa e airbag negli USA, multa e richiamo Ferrari

Emissioni in Europa e airbag negli USA, multa e richiamo Ferrari

2
Condivisi
Pinterest Google+

Per Ferrari non è un gran momento. A parte le delusioni in Formula 1, è arrivata la notizia della multa da oltre 400.000 euro per non aver rispettato gli obiettivi sulle emissioni di CO2 a livello europeo e quasi contemporaneamente la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) statunitense ha reso noto che anche diversi modelli del Cavallino Rampante devono venire richiamati per via degli airbag di Takata.

La sanzione dell’EEA, l’agenzia per l’ambiente europea, ha “pizzicato” fuori norma non solo Ferrari, ma anche Aston Martin, che però se la caverà con poco più di 36.000 di euro di sanzione. La campagna di richiamo sugli airbag di Takata, il fornitore giapponese che ha finora costretto i costruttori ha intervenire su circa 100 milioni di sistemi difettati (49 milioni su 29 milioni di auto solo negli Stati Uniti), riguarda le versioni 2016 e 2017 di Ferrari 488 GTB, 488 Spider, F12 Tdf, nonché le Ferrari California Model Year 2015, 2016 e 2017, le F12 dal 2013 in poi e le GTC4 Lusso 2017. Anche altri brand di lusso devono intervenire. Ad esempio Lexus (GX460 dal 2010 al 2017) e McLaren (570 MY 2016 e 2017). La campagna coinvolge anche alcuni modelli esclusivi di Mercedes a Audi. L’azione sui dispositivi salvavita non riguarda solo gli Stati Uniti, ma anche Corea del Sud, Giappone e Canada.

Articoli precedente

Yellow TV: Mercedes GLC Coupé, la Stella che mancava

Articolo successivo

Dacia Sandero: resta "low cost" ma ha nuovo look e motore