Home»News»Emissioni, dossier della Francia su FCA alla magistratura

Emissioni, dossier della Francia su FCA alla magistratura

0
Condivisi
Pinterest Google+

Dopo Germania e Stati Uniti, anche la Francia vuole saperne di più sulle emissioni e sui sistemi di abbattimento dei gas di scarico di Fiat Chrysler Automobiles (FCA). Il dipartimento antifrode del ministero delle Finanze transalpino ha ufficializzato di aver inviato un fascicolo alla magistratura affinché valuti se aprire formalmente un’indagine o meno. La Commissione parlamentare insediata dopo il dieselgate aveva analizzato decine di veicoli equipaggiati con motori diesel e recentemente le autorità avevano deciso di dirottare un dossier relativo a Renault alla Procura di Nanterre, dopo che ne era già stato inviato uno su Volkswagen.

La posizione di FCA si complica, soprattutto in Europa. Dopo l’incontro tra la cancelliera Merkel ed il presidente del consiglio Gentiloni la tensione tra i ministri dei trasporti di Germania e Italia sembra essersi allentata, ma anche la Commissione Europea era intervenuta per avere ulteriori dati. Il fascicolo inviato alla magistratura da parte dell’ufficio francese DGCCRF non è un buon segnale per il gruppo italo americano, anche se era noto che erano state rilevate emissioni decisamente oltre i limiti consentiti. Negli Stati Uniti è sempre aperto il caso sul motore da turbodiesel da 3.0 litri (che in Europa è montato sulla nuova Jeep Grand Cherokee), per il quale l’EPA, l’agenzia per la protezione dell’ambiente, aveva denunciato la possibile presenza di un software per conseguire le necessarie omologazioni. FCA ha sempre respinto le accuse, dichiarando che i propri dispositivi rispettano le norme vigenti. In Francia potrebbe adesso toccare ad un tribunale fugare i sospetti. O confermarli. In occasione dell’invio del fascicolo su Renault, la ministra per l’ambiente Segolene Royale non aveva escluso che altri costruttori sarebbero stati “segnalati” alla magistratura.

Articoli precedente

Jeep Renegade gessata di Garage Italia Customs a St. Moritz

Articolo successivo

Joint venture Honda e Hitachi per motori auto elettriche e ibride