Home»News»Eva+: Enel X attiva la prima colonnina di ricarica veloce in autostrada

Eva+: Enel X attiva la prima colonnina di ricarica veloce in autostrada

1
Condivisi
Pinterest Google+

Enel X: la prima colonnina veloce a Rho

Nuovo step evolutivo del progetto Eva+: Enel X ha installato presso l’area di servizio Q8 di Rho Sud la prima stazione di ricarica veloce lungo il tratto autostradale. Grazie all’accordo siglato da Enel X e Q8 sarà infatti possibile muoversi in elettrico tra Torino e Milano senza dover uscire per ricaricare il veicolo. A breve verranno installate altre quattro stazioni di ricarica JuicePump (Fast Recharge) da 50kW in altrettante stazioni di servizio Q8. Oltre a quella installata a Rho Sud, attualmente è attiva anche la colonnina veloce presso la stazione di servizio Q8 di viale Alcide De Gasperi a Milano.

“Q8 ci consente di raggiungere un atteso risultato per la realizzazione del Piano nazionale di infrastrutture di ricarica e per la diffusione della mobilità elettrica in Italia. Grazie a questo accordo infatti avremo un’infrastruttura di ricarica totalmente integrata e interoperabile con quelle che stiamo installando su tutto il territorio” afferma Francesco Venturini, responsabile Enel X. “Chi guida un’auto elettrica potrà utilizzare le stesse modalità di ricarica, con le stesse condizioni contrattuali, in tutte le altre infrastrutture di ricarica. Continua il nostro impegno nella sfida per rendere la mobilità elettrica una realtà a disposizione di tutti”.

Con EVA+ è già attiva la prima rete di ricarica che consente di utilizzare i veicoli elettrici fuori città. Ad oggi la rete vede operative più di 100 Fast Recharge. Un numero che dovrebbe salire a 200 entro metà 2019, con 180 strutture in Italia e le altre 20 in Austria. Il programma, co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito di “Connecting Europe Facility”, vede la collaborazione di Enel, in qualità di coordinatore. Al suo fianco Verbund (principale utility austriaca) e alcuni costruttori automobilistici come Renault, Nissan, BMW Group e Volkswagen Group Italia.

motore termico

Articoli precedente

Kia e-Niro da Lisbona e Katowice come testimone della mobilità sostenibile

Articolo successivo

Nuova sforbiciata ai prezzi di benzina e diesel: Q8 interviene sui listini