Home»News»Ferrari, Camilleri (65) si dimette: “Gli anni migliori devono ancora venire”

Ferrari, Camilleri (65) si dimette: “Gli anni migliori devono ancora venire”

0
Condivisi
Pinterest Google+

Louis Camilleri, il 65enne manager di origini maltesi che ha studiato in Svizzera, ha rassegnato le dimissioni come amministratore delegato di Ferrari. Il passo indietro riguarda sia il CdA sia la Philip Morris International, società della quale era ancora presidente. Il gigante del tabacco ha già fatto sapere che il suo posto andrà all’attuale Ceo, Andre Calantzopoulos. Le dimissioni hanno effetto immediato.

Il manager maltese era diventato AD a Maranello nel luglio del 2018

Camilleri era stato chiamato ad assumere la guida della Ferrari nell’estate del 2018, subentrando a Sergio Marchionne. In attesa di individuare un manager che subentri a Camilleri, sarà il presidente della casa di Maranello, John Elkann, a svolgere le funzioni di AD ad interim. In una nota, il Cavallino Rampante ha fatto sapere che il “processo di identificazione del successore” è già stato avviato. Se ne occuperà il Consiglio di Amministrazione. “Vorrei esprimere i nostri più sinceri ringraziamenti a Louis per la sua incondizionata dedizione nel ruolo di nostro Amministratore Delegato e di membro del Consiglio di Amministrazione (dal 2015, ndr)”, ha dichiarato Elkann.

“Ammirazione illimitata” per gli uomini e le donne che lavorano in Ferrari

“La sua passione per Ferrari è sconfinata e sotto la sua guida la Società si è ulteriormente affermata come una delle più grandi società al mondo, capitalizzando il suo patrimonio davvero unico e la sua continua ricerca dell’eccellenza“, ha aggiunto. “La Ferrari – ha dichiarato l’ex AD – ha fatto parte della mia vita e servirla è stato un grande privilegio”. “La mia ammirazione per gli straordinari uomini e donne di Maranello, per la passione e la dedizione che mettono in tutto ciò che fanno è illimitata”, ha aggiunto Camilleri. Che ha concluso assicurando che “gli anni migliori della Ferrari devono ancora venire”.

Articoli precedente

Hyundai Tucson plug-in, il suv che aumenta la capacità del bagagliaio

Articolo successivo

Jaguar F-Type Heritage 60 Edition: un omaggio alla E-Type