Home»News»500 Mirror, flirt Fiat coi Millennials con CarPlay e Android Auto

500 Mirror, flirt Fiat coi Millennials con CarPlay e Android Auto

0
Condivisi
Pinterest Google+

Tutto aperto per la nuova serie speciale Fiat 500 Mirror: ordini e porte. L’edizione “esclusiva” esibita al Salone di Ginevra è ordinabile dallo scorso fine settimana con i suoi elevati contenuti tecnologici ed il suo forte tasso di connettività, mentre nel prossimo (7 e 8 aprile) il costruttore ha già annunciato che i concessionari non chiuderanno per accogliere i potenziali clienti interessati all’acquisto.

Fiat 500 Mirror, a listino anche come cabrio, è un omaggio ai 60 anni del modello ed anche una forse un po’ tardiva dichiarazione “d’amore” al pubblico dei Millennials, cioè quei giovani nati tra gli anni ’80 e gli inizi del Duemila e a loro agio con le nuove tecnologie. Per la prima volta su una vettura del gruppo sono disponibili i nuovi sistemi avanzati di integrazione degli smartphone (Apple Car Play e Android Auto). Di serie monta l’UconnectTM 7″ Hd Live touchscreen con Bluetooth e ingressi Usb-Aux Ii, con comandi integrati al volante in pelle e quadro strumenti Tft 7” a colori.

Tra le novità c’è anche la formula di noleggio riservato ai privati lanciata in collaborazione con Leasys, una controllata di Fca Bank: con la soluzione Be-Free Fiat 500 Mirror si può avere con un canone mensile (48 mesi e 60.000 chilometri) che parte da 249 euro al mese per la versione equipaggiata con il motore benzina da 1.2 litri e 69 CV e comprende RcAuto, bollo, assistenza stradale e altro ancora. Il listino per questo modello parte da 15.350 euro (16.650 con l’unità TwinAir da 0.9 litri e 85 CV accreditato di consumi pari a 3,8 l/100 km), vale a dire “soli” 1.500 euro in più rispetto all’entry level Pop (13.850 euro chiavi in mano). Sull’intera gamma Model Year 2017 diventa di serie lo Speed Limiter, mentre sono disponibili Cruise Control e sensore pioggia.

Articoli precedente

Ferrari F430 Coupé, terza auto non americana di Trump all'asta

Articolo successivo

Hyundai Kona, il nuovo suv coreano di segmento B