Home»News»FIAT/ Accordo sindacale separato per Mirafiori. Senza la FIOM

FIAT/ Accordo sindacale separato per Mirafiori. Senza la FIOM

0
Condivisi
Pinterest Google+

Torino – Fiat ha firmato un accordo separato per Mirafiori, dopo quello siglato a Pomigliano d’Arco. Anche questa volta, la sigla sindacale dissidente è la FIOM, peraltro in minoranza da qualche anno nello stabilimento torinese. L’accordo raggiunto verrà portato alla discussione dei lavoratori alla ripresa dell’attività. I punti principali dell’intesa sono due. Il primo riguarda il miliardo di euro di investimento messo in campo da una joint-venture tra Fiat e Chrysler, finalizzato alla produzione di SUV marchiati Jeep e Alfa Romeo. Il secondo riguarda invece “il pieno utilizzo degli impianti su sei giorni lavorativi; il lavoro a turni avvicendati che mantiene l’orario individuale a 40 ore per settimana; una crescita del reddito annuo individuale di circa 3.700 euro, grazie alla maggiore incidenza delle maggiorazioni di turno; la possibilità di lavorare il 18esimo turno solo con il pagamento dello straordinario; il mantenimento della pausa per la mensa nel turno fino a che la joint venture non andrà a regime; la salvaguardia dei malati reali e un intervento mirato a colpire gli assenteisti, al fine di tutelare coloro che hanno assiduità e puntualità nella prestazione; la compensazione di oltre 32 euro mensili per l’assorbimento della pausa di 10 minuti, resa possibile dal minore affaticamento del lavoro con l’introduzione della nuova ergonomia; il mantenimento di tutti i diritti individuali oggi esistenti e il loro miglioramento attraverso la prossima stesura di un Contratto Collettivo su molti punti migliorativo del Ccnl Metalmeccanici (scatti di anzianità, paga base, premio di risultato, ecc.”.

Articoli precedente

ANAS/ Traffico e maltempo in aumento su strade e autostrade

Articolo successivo

FERRARI/ 458 Italia: premiata dalla Cina al Medio Oriente