Home»News»FIAT-CHRYSLER / I termini dell’alleanza e i numeri più significativi

FIAT-CHRYSLER / I termini dell’alleanza e i numeri più significativi

0
Condivisi
Pinterest Google+

DETROIT – L’alleanza tra Fiat e Chrysler porterà alla creazione di una nuova società alla quale verranno ceduti tutti i beni della Chrysler. Fiat acquisirà il 20 per cento delle azioni della nuova società e potrà salire gradualmente al 35 per cento quasi subito e fino al 51 per cento tra il gennaio 2013 e il giugno 2016 quando dovrebbe essere rimborsato completamente il debito con il Tesoro americano. Nella prima fase le azioni della nuova società saranno in mano per il 55 per cento al sindacato dei dipendenti, per il 23 per cento al Tesoro Usa, per il 20 alla Fiat, per il 2 per cento al Tesoro canadese; nella seconda fase il 55 per cento resterà sempre in mano al sindacato, Fiat salirà al 35 per cento (dal 2013 elevabile al 51 per cento a patto che il debito della nuova società sia stato rimborsato), il Tesoro Usa scenderà all’8 per cento mentre il Tesoro canadese conserverà il 2 per cento. La quota Fiat salirà dal 20 al 35 per cento in tre tappe: 5 per cento con l’ok alla produzione in Usa dei motori Fiat Multiair, un altro 5 per cento al superamento di un certo livello di vendita di auto Chrysler fuori da Nord America e Messico, il restante 5 per cento con l’ok alla produzione di un modello Chrysler basato su tecnologia Fiat, che sia caratterizzato da un consumo di un litro di carburante ogni 15-16 km. Quali i termini dell’accordo industriale? Fiat metterà a disposizione i propri motori per vetture piccole e medie, le proprie tecnologie e quattro piattaforme per veicoli nei segmenti A, B, C, D. Chrysler metterà invece a disposizione la rete di vendita nord-americana. Possibili produzioni: Fiat 500 e una piccola Jeep in Messico, Alfa Mito e piccola Chrysler in Canada, Alfa Milano, Chrysler Sebring e Dodge Avanger nello Stato dell’Illinois.

Articoli precedente

FIAT-CHRYSLER / Marchionne: “Momento storico per l’industria italiana”

Articolo successivo

JAGUAR / La nuova XJ debutta in luglio