Home»News»Fiat Panda regina d’Italia 2020, ha sfiorato l’8% del mercato nazionale

Fiat Panda regina d’Italia 2020, ha sfiorato l’8% del mercato nazionale

0
Condivisi
Pinterest Google+

Anche nel 2020, con quasi 110.000 esemplari commercializzati, la Fiat Panda si è confermata l’auto più venduta d’Italia. La quota di mercato del modello ha sfiorato l’8% (7,95%) contro il 6,5% dello scorso anno. Le immatricolazioni complessive contabilizzate nel Belpaese sono crollate del 28%, poco sopra quota 1,381 milioni. La pandemia ha tuttavia accelerato la svolta ecologica perché nel corso dell’anno i volumi delle auto ibride ed elettriche sono lievitati del 122%. Nel solo dicembre le vendite sono cresciute del 271%.

Boom delle auto ibride ed elettriche, in dicembre fino all’859% di crescita

E con gli incentivi previsti per il 2021 la diffusione dei veicoli ad alimentazione alternativa aumenterà ancora. Il bilancio del 2020 rivela una quota del 16% (6% nel 2019) delle vetture mild e full hybrid (+102%): la Fiat Panda ha indubbiamente beneficiato dell’ibridizzazione. La penetrazione delle ricaricabili (plug-in ed elettriche pure) ha raggiunto il 4%, con un aumento del 250%. In dicembre la crescita è stata impressionante: +758% per le auto a zero emissioni e +849% per le ibride alla spina. Il diesel è stato decimato dalla pandemia e vale ormai “solo” il 33% del mercato (era il 40% un anno fa). La benzina “resiste” al 38% (-39% su base annua).

Tesla (+55%) e Ferrari (+2,2%) positive. Cali ad una sola cifra per Skoda e DR

I marchi nazionali (-26,6%) ha ceduto meno della media, anche se solo Ferrari (+2,2%) ha evitato il “rosso” e DR è rimasta sotto la flessione in doppia cifra (-8,4%). Il gruppo FCA, che ha guadagnato l’1% in dicembre, è tornata sopra il 24% di quota di mercato nel 2020. Fra i marchi stranieri brilla naturalmente la “stella” di Tesla. Il costruttore californiano ha chiuso il 2020 con un +151% in dicembre: il saldo positivo annuale ha superato il 55% (oltre 3.800 auto targate, pari allo 0,28% di penetrazione). Anche Great Wall (+235%, ma con con meno di 400 unità targate) e Mahindra (+24%, con quasi 1.250 auto consegnate) sono andate bene.

Tre auto italiane alle spalle della Fiat Panda nella Top 10 del 2020

Skoda ha più che limitato i danni con una flessione inferiore al 7,5% ed una quota passata dall’1,39% all’1,78%. Solo pochi altri costruttori sono riusciti ad evitare una flessione inferiore al 20%. Fra questi ci sono Suzuki (-13%), Porsche (-15%), Seat (-17%) e Volvo (-18%). Alle spalle della Fiat Panda, naturalmente prima anche in dicembre, ci sono la Lancia Ypsilon e le Fiat 500 e 500X. Al quinto posto il primo modello straniero, la Renault Clio. Anche la Jeep Renegade è entrata nella Top 10, sesta assoluta. La “rivelazione” del mese e anche dell’anno è sicuramente la Toyota Yaris: seconda in dicembre e settima nel 2020.

Articoli precedente

La Fiat Nuova 500 "italiana" integra Alexa, l'assistente virtuale di Amazon

Articolo successivo

Italia, il mercato auto è tornato ai livelli del 2013. Allora si era ripreso