Home»News»L’auto più rottamata del 2017 è una Fiat: ecco la Top 10 italiana

L’auto più rottamata del 2017 è una Fiat: ecco la Top 10 italiana

0
Condivisi
Pinterest Google+

L’auto più rottamata del 2017 è una Fiat: ecco la Top 10 italiana

Fiat Panda è l’auto più venduta d’Italia, ma è anche la seconda più rottamata del 2017. Lo rivela l’Osservatorio del portale DriveK, che ha stilato la Top 10 dell’anno (in realtà una Top 15) che sta per finire. La vettura più rottamata in assoluto, con una quota del 5,7%, è Fiat Punto, la prima macchina a zero stelle EuroNcap.

Podio tutto italiano per la rottamazione

Il podio nazionale è completato da un’altra vettura del gruppo FCA, Lancia Ypsilon. Il dato è quasi “naturale”, visto che i tre modelli sono anche fra i cinque più venduti. Il portale DriveK, leader in Europa per la scelta e la configurazione di vetture nuove, rivela che Panda, Punto e Ypsilon arrivano a quasi il 12% del totale delle auto permutate. L’indagine si basa su un campione di duecentomila ricerche organiche che gli Italiani hanno effettuato nel corso del 2017 (1 gennaio – 15 dicembre 2017) per trovare l’auto giusta. L’analisi del portale rivela anche che, in media, le auto delle quali gli italiani vogliono disfarsi sono decisamente anziani. Sono state immatricolate nel 2006 ed hanno 11 anni di anzianità di servizio con 145.000 chilometri percorsi. Se il modello è a benzina il chilometraggio medio scende a 120.000 km. Se, invece, è a gasolio sale fino a 180.000.

Anche due Ford, Volkswagen, Renault e Opel nella Top 15

Nella Top 15 c’è solo un’altra auto italiana, Fiat 500, che è quattordicesima. Renault è rappresentata da due modelli: Clio (quarta), anch’essa vendutissima nel Belpaese, e Megane (settima). Ford è quinta con Fiesta e sesta con Focus, mentre Opel è ottava (Corsa) e dodicesima (Astra). Volkswagen è in graduatoria con la Golf (decima) e con la Polo (quindicesima). DriveK segnala che dal confronto tra i veicoli selezionati per l’acquisto e quelli dati in permuta emergono alcune “curiosità”. Intanto un alto tasso di infedeltà rispetto alle berline a due volumi, che solo in 44% è intenzionato a ricomprare, mentre il 25% punterà su un suv ed il 17% su un crossover. Invece, due terzi degli automobilisti che possedevano un suv sono intenzionati a riconfermare un modello della stessa classe.

Articoli precedente

Yellow in TV: puntata del 15 dicembre 2017

Articolo successivo

Smart electric drive, gli Actual raccontano la shock a zero emissioni