Home»News»Fiat Punto, prima auto a zero stelle ai crash test EuroNcap

Fiat Punto, prima auto a zero stelle ai crash test EuroNcap

0
Condivisi
Pinterest Google+

Fiat Punto, prima auto a zero stelle ai crash test EuroNcap

Bocciata in sicurezza, di nuovo: il gruppo FCA ha rimediato appena 3 stelle con Alfa Romeo Giulietta e zero con Fiat Punto. L’auto italiana, che è sempre far le più vendute nel Belpaese, è la prima a non ottenere nemmeno una stella.

Nemmeno Ypsilon, Tipo, 500 e Doblò non erano andate benissimo

È una macchina “vecchia”, su questo non c’è dubbio, ma sconta anche il meccanismo di rating dell’EuroNcap che per assegnare anche una sola stella prevede che le auto raggiungano un punteggio superiore a zero in tutte e quattro le aree di valutazione. E la Punto non ha alcun sistema di assistenza. Già in passato avevano avuto “difficoltà”, per usare un eufemismo, la Lancia Ypsilon (due stelle), Fiat Tipo (senza safety pack), Fiat 500 e Fiat Doblò (tre stelle). L’esito della decima ed ultime serie di prove del 2017 eseguite nell’ambito del progetto EuroNcap non premia il gruppo italo americano.

Alla Jaguar E-Pace i punteggi più alti della decima serie di test

 

Che, invece, esalta Jaguar E-Pace, modello che ha ottenuto le cinque stelle, ma anche la media delle percentuali più alte. La il suv britannico ha guadagnato 93% per la protezione degli adulti, l’85% per quella dei bambini, l’80% per quella dei pedoni ed il 72% per i sistemi di sicurezza. Le cinque stelle sono state conquistate anche dalla Bmw Serie 6, dalla Hyundai Kona, dalla Kia Stinger e dalla Toyota Yaris. La Kia Stonic raggiunge il punteggio massimo solo con il safety pack, altrimenti si ferma a tre. La Toyota Aygo sale a quattro per la stessa ragione: in versione base ne ottiene tre.

Addirittura nove modelli si sono fermati a tre stelle

Cioè le stesse della Giulietta, della Dacia Duster, della DS 3, delle Ford C-Max e Grand C-Max, della MG ZS e della Opel Karl. Per la piccola della casa del Fulmine un risultato poco incoraggiante, visto che dopo l’acquisizione da parte di PSA, il suo futuro è già molto incerto. Tornando alla Punto, in una nota, l’ACI, che fa parte del programma EuroNcap, precisa che “nelle aree della sicurezza passiva, sicurezza degli adulti e dei bambini a bordo, protezione del pedone, le performance dell’utilitaria torinese sono state più che sufficienti”. Ovvero verdetti a due stelle.

Articoli precedente

Anteprima mondiale al CES per il nuovo infotainment Mercedes

Articolo successivo

Nuova Dacia Duster: ha proprio tutto, tranne un prezzo