Home»News»FIAT/ Sedici porta Angelo d'Arrigo sulle vette andine

FIAT/ Sedici porta Angelo d'Arrigo sulle vette andine

0
Condivisi
Pinterest Google+

TORINO – Sorvolare le vette più alte dei vari continenti del pianeta, stabilire primati mondiali, esplorare risorse umane e tecnologiche: è questo il lavoro di Angelo d’Arrigo, pluricampione del mondo di volo libero con deltaplano. L’ultima impresa lo ha visto affrontare l’Aconcagua, la cima che con i suoi 6.962 metri di altezza domina la Cordigliera delle Ande, la seconda catena montuosa più alta del mondo. Qui Angelo d’Arrigo ha stabilito il nuovo record mondiale di altitudine raggiungendo quota 9.100 con il suo deltaplano. Per raggiungere il Campo Base di questa vetta a quota 4.300 metri l’atleta ha attraversato la Patagonia quindi il continente sud americano per arrivare al confine tra Cile ed Argentina a bordo di una Fiat Sedici, il nuovo 4×4 di cui aveva apprezzato le qualità nel corso dei suoi allenamenti sull’Etna. Nel 2001 il campione ha attraversato il deserto del Sahara in volo con il suo deltaplano, nel 2002 ha realizzato la prima traversata della Siberia. Quindi nel 2004 Angelo sorvola la vetta più alta della Terra: l’Everest dopo aver raggiunto il Campo Base a quota 5.200 metri con due Fiat Panda 4X4 modificate nella calibrazione della centralina controllo motore per adeguarle alla benzina locale. Angelo d’Arrigo si è preparato presso le Gallerie Aerodinamica e Climatiche di Orbassano (Torino) effettuando diverse simulazioni nelle più svariate condizioni ambientali.

Articoli precedente

MOTOCICLISMO/ Weekend di gare a Misano

Articolo successivo

TRASPORTO AEREO/ La lista dei cattivi secondo la UE