Home»News»Software che uccide il coronavirus testato sui Ford Explorer della Polizia

Software che uccide il coronavirus testato sui Ford Explorer della Polizia

0
Condivisi
Pinterest Google+

Un software contro il Covid-19: sul Ford Explorer della Polizia americana, ossia l’Interceptor, l’Ovale Blu sta sperimentando un sistema per abbattere le concentrazioni del virus di oltre il 99%. Il software è quello per la gestione del climatizzatore che può riscaldare l’interno del suv per una quarto d’ora fino a 56° (132,8 gradi Fahrenheit).

Sperimentazione in corso in sei stati, dalla costa orientale a quella occidentale

I test vengono condotti dall’Ovale Blu insieme ai ricercatori della Ohio State University. Il sistema è compatibile con quello installato sui suv Ford Explorer Interceptor prodotti fra il 2013 ed il 2019. La sperimentazione avviene in sei stati: New York, California, Michigan, Massachusetts, Florida e, appunto, Ohio. L’esposizione per 15 minuti al calore elimina quasi completamente le tracce di virus dalle superfici dell’abitacolo, hanno spiegato i microbiologi Jeff Jahnes e Jesse Kwiek. Se gli effetti della procedura dovessero trovare successive conferme, il processo di sanificazione delle auto verrebbe non solo accelerato, ma anche migliorato.

Hackett, Ceo dell’Ovale Blu, immagina anche materiali antimicrobici

Il riscaldamento dell’abitacolo consente un intervento completo, in grado di raggiungere qualsiasi area. La temperatura di 56° è tuttavia inferiore a quella finora indicata dagli esperti per il trattamento delle mascherine in caso di riutilizzo. Si tratta di materiali diversi, ma per queste ultime il suggerimento sono almeno tre quarti d’ora ad oltre 70°. Lo stesso Ceo di Ford, Jim Hackett, ha fatto sapere che l’Ovale Blu sta valutando il ricorso a nanotecnologie per materiali antimicrobici, ossia in grado di uccidere o limitare la crescita di micro organismi, su modelli futuri.

Il Ford Explorer sta per debuttare in Europa ed in Italia

Il Ford Explorer Interceptor è un modello adatto alla sperimentazione per diverse ragioni. Intanto perché viene impiegato dalle Forze dell’Ordine e non può restare fermo per troppo tempo. E poi perché un modello in grado di generare margini importanti. Il suv a 7 posti sta per arrivare anche in Europa ed in Italia, naturalmente con un’alimentazione ibrida. Il sistema plug-in assicura fino a 42 chilometri di autonomia a zero emissioni. Il dispositivo antivirus potrebbe renderlo ancora più interessante. Appositi segnali luminosi avvisano gli agenti del processo di sanificazione in corso.

 

Articoli precedente

La 1ST Edition della Volkswagen ID.3 costerà molto meno di 40.000 euro

Articolo successivo

Best seller al completo, arrivano le Mercedes Classe E cabrio e coupé