Home»News»Destino “crudele” per Fields in Ford: da licenziante a licenziato

Destino “crudele” per Fields in Ford: da licenziante a licenziato

0
Condivisi
Pinterest Google+

Voleva licenziare ed è stato licenziato: destino crudele quello di Mark Fields, ex numero uno di Ford, silurato dalla proprietà dell’Ovale Blu ed al quale è stato preferito un manager di 62 anni, Jim Hackett, la cui carriera è legata soprattutto al settore dei mobili. Secondo quanto scrive Automotive News citando una fonte bene informata, Fields stava lavorando per liberarsi di Joe Hinrichs (nella foto di copertina) per cercare di indebolire il fronte degli scettici. Ma, a quanto pare,  il 50enne responsabile delle operazioni in Nord America aveva le spalle ben coperte.

Il progetto è stato tuttavia stravolto perché non solo Ford ha sfilato la poltrona a Fields, sotto la cui guida, dopo l’uscita dalla crisi, il titolo si è deprezzato del 40% in borsa, ma ha promosso Hinrichs, che è diventato uno dei tre vice presidenti e gli è stata affidata la responsabilità globale su produzione acquisti. La ristrutturazione di Ford proseguirà con gli annunciati tagli al personale. Il “sacrificio” dovrebbe riguardare circa 20.000 posizioni. L’Europa sembra al sicuro, mentre la scure è destinata ad abbattersi sui lavoratori occupati in Asia ed in Nord America (chissà quali reazioni avrà Donald Trump), nessuno dei quali verrà gratificato dalla sicuramente importante buonuscita di cui beneficerà Fields, un ex top manager ancora “giovanissimo” visto che ha appena 56 anni.

Articoli precedente

Dacia Grand Duster, dal 2018 un nuovo suv low cost a sette posti

Articolo successivo

Bmw mette a posto le "matite": Oliver Heilmer a capo del deisgn Mini